Contenuto riservato agli abbonati

Sodinha ambizioso: «Avevo richieste, ma sono rimasto a Modena per vincere»

Il brasiliano: «Felicissimo della conferma, era la mia priorità. Lavoreremo per raggiungere traguardi importanti»



Uno dei calciatori da cui ripartirà il nuovo Modena di Michele Mignani sarà Felipe Sodinha, presente ai tamponi e alle visite mediche che hanno sancito l’inizio ufficiale della stagione 2020/21. L’attaccante brasiliano, al suo secondo campionato consecutivo in maglia gialloblù, ha rinnovato il contratto con il club di Viale Monte Kosica ad inizio luglio e non vede l’ora di ricominciare e tornare in campo dopo diversi mesi di stop forzato per l’emergenza Coronavirus. L’infortunio muscolare rimediato nell’amichevole di inizio anno contro il Colorno e la conseguente assenza per le successive sette partite rappresentano ormai un lontano ricordo per Sodinha, voglioso di essere grande protagonista e di guidare il Modena il più in alto possibile nel prossimo campionato di serie C. O gênio da bola, ovvero il genio della palla, riparte dalla scorsa stagione in cui ha collezionato 15 presenze e segnato due reti con Rimini e Arzignano: «Sono soddisfatto di quello che ho fatto perchè ho sempre dato il massimo e continuerò sempre a farlo. Ora è fondamentale ripartire con tamponi e visite mediche. Siamo fermi da parecchi mesi e ci attende una preparazione diversa rispetto al solito. Dovremo allenarci con la mentalità giusta, mantenendo i piedi per terra e senza strafare perché c’è molto caldo e c’è il rischio di incorrere in infortuni. Servirà lavorare soprattutto dal punto di vista mentale». Un lungo periodo di stop in cui il brasiliano si è mantenuto in forma così: «Mi sono allenato ogni giorno in palestra e in campo, ma non è la stessa cosa rispetto alla sedute collettive con la squadra. Non sono al 100%, ma non vedo l’ora di ripartire e disputare un bel campionato con la maglia gialloblù». Il Modena vuole essere competitivo e le idee di Sodinha sono ben chiare: «Sono contentissimo di essere rimasto qua, mi hanno cercato varie squadre ma ho sempre dato la priorità al Modena e la mia conferma è una grande soddisfazione. Questa è una piazza molto importante, tengo tanto alla maglia e alla città. Gioco sempre per vincere e spero che anche la società abbia il mio stesso obiettivo». Ha poi proseguito lanciando un messaggio ai tifosi: «Dovranno avere pazienza e restare sempre al nostro fianco. Loro sono uno stimolo in più per fare bene e ottenere risultati positivi sul campo, averli vicino conta molto, la speranza è che possano tornare presto sugli spalti». Si ripartirà da Michele Mignani, allenatore che si è guadagnato con ottimi risultati la riconferma sulla panchina: «E’ una persona seria e un mister bravissimo, ha già dimostrato il suo valore portando la squadra in zona playoff. Anche lui vuole vincere come me, possiamo arrivare in alto e raggiungere obiettivi importanti». Chiusura dedicata a Romano Sghedoni: «Ama il Modena, è bello avere un presidente così. Ho un rapporto con lui, parliamo spesso e il fatto che sia il primo tifoso di questa squadra è significativo». —