Bonacini si prende fino al 20 agosto per decidere se vendere o meno il Carpi

L’incontro sempre rinviato con l’attuale direttore sportivo Stefanelli fa pensare che stavolta esista una trattativa seria



Il patron biancorosso Stefano Bonacini si sarebbe preso fino al 20 agosto prima di chiudere con la vicenda societaria. Un tempo enorme per le esigenze della nuova stagione, tanto da lasciar pensare che una proposta seria questa volta ci sia, ma ancora non siano arrivate le necessarie garanzie. A riprova c’è l’incontro sempre rimandato con Stefano Stefanelli, che della squadra in format Bonacini dovrebbe essere l’architetto. Ipotizzato la scorsa settimana, poi entro martedì, ancora non si è concretizzato e non lo sarà neppure in tempi stretti, tanto che Stefanelli ora si sta guardando intorno.


INCONTRO SFUGGENTE

La miglior occasione per incontrarsi ci sarebbe stata lo scorso lunedì, quando Stefanelli passava in città. Bonacini non l’ha colta, così come non l’ha fatto il giorno dopo e come non farà neppure oggi. Tutto rimandato al 20 agosto, tardissimo, anche volendo considerare che in mezzo ci siano il Ferragosto e le date vacanziere per eccellenza. Le avversarie infatti non si fermano anche perché in molte vorranno partecipare al riparto dei fondi destinati al minutaggio, e in molte sanno quanto possa ridursi la scelta col passar dei giorni. Il primo a saperlo è lo stesso Bonacini, particolare che induce a pensare che solo una motivazione serissima potrebbe indurlo a rimandare in questo modo.

SULLE TRACCE DEL MISTER

In questo tempo scandito dai silenzi, si cercano indizi del Carpi che verrà anche altrove, lontano. A Vercelli, ad esempio, dove una recente conoscenza del Carpi, il ds Alex Casella, ha dovuto concedere ad Alberto Gilardino altre 48 ore per decidere se rinnovare il suo contratto. È uno dei pretendenti alla panchina biancorossa e questa pausa di riflessione lascia trasparire un’attesa. Ma che sia per la trattativa imbastita da Bonacini è tutto da vedere. I tempi, infatti, non coincidono e stando ai rumor del calciomercato Gilardino sarebbe in attesa di una risposta che potrebbe cambiargli la carriera. Un’esigenza che mal si concilia con il ridimensionamento annunciato dall’attuale proprietà. Con una nuova si ripartirebbe probabilmente da zero, e comunque tra qualche – forse parecchi – giorni. Più probabile quindi che il campione del mondo aneli ad altri palcoscenici, come potrebbero essere quelli del Bologna, seppur partendo dalla Primavera. E così anche questo indizio perde il suo valore.

MISTER CASTORI

Mentre il Trapani Calcio depositava presso il Collegio di Garanzia dello Sport ricorso contro i due punti di penalizzazione e la conseguente retrocessione, per mister Castori risuonavano le sirene di Lotito. L’ex tecnico biancorosso, che ha compiuto un ennesimo miracolo sportivo salvando il Trapani sul campo, è stato infatti avvicinato da radiomercato alla Salernitana. Un singolare cortocircuito dopo le intercettazioni del 2015, quando etichettava come una rovina la promozione del Carpi guidato in panchina proprio da Castori. Lotito ebbe poi occasioni di chiarirsi anche con il patron Bonacini. —