Pochesci: «Il Carpi giocherà all’attacco e sempre per vincere»

Non ha ancora firmato il contratto, ma sarà lui il tecnico della nuova era biancorossa 

MODENA «Il mio Carpi giocherà all’attacco e sempre per vincere». Sono le prima parole di mister Sandro Pochesci come allenatore dei biancorossi, pronunciate ieri al Messaggero. «Per me è un’altra grande occasione – ha detto il tecnico – Il Carpi negli ultimi anni è salito dalla serie D fino alla Serie A. Adesso è cambiata la società e c’è un progetto che mi ha incuriosito. Vogliamo fare bene. Il presidente Simone Morelli crede in me e ho firmato un biennale».

Aggiungiamo con opzione di riscatto sul terzo anno, obbligatoria al raggiungimento di determinati obiettivi. A dispetto dell’indole focosa, Pochesci un cuore ce l’ha, e in parte l’ha lasciato a Terni, sua prima e fin qui unica esperienza in Serie B: «Spero di incontrare la Ternana da avversario e non da nemico. Per me le Fere sono un dolce e infinito ricordo. Entrare al Liberati, son sicuro, mi provocherà una forte emozione».

Quello con gli umbri è del resto un incrocio molto probabile in vista della compilazione dei gironi. La nuova proprietà, nel frattempo, sta incontrando i giocatori per valutare la loro volontà nell’abbracciare il progetto di Pochesci. Al momento il ruolo di direttore sportivo verrà svolto dal dg Alfonso Morrone. Dopo un primo contatto telefonico, infatti, la società non si sarebbe più fatta sentire con Stefano Stefanelli, che a questo punto pare tagliato fuori dal nuovo progetto. Il rinforzo all’organico potrebbe così arrivare nella figura di Mauro Gibellini, ex del Verona.

Confermato il preparatore dei portieri Paolo Foti, la società è alla ricerca anche di un preparatore atletico da affiancare al mister. Tutti argomenti che terranno banco nel Cda previsto per lunedì 24 agosto, quando la società definirà i piani per l’immediato futuro. Lo stesso giorno potrebbe iniziare la trafila dei tamponi. A fine settimana qualcuno si potrebbe rivedere in campo. —

F.G.