Carpi, Simone Morelli confermato alla presidenza del club biancorosso

Ieri il primo cda della nuova società che si è presentata ai giocatori. Il digi Morrone e mister Pochesci sono già al lavoro

Il Carpi Calcio ha mosso il primo passo ufficiale della gestione Simone Morelli. Ieri, infatti, la nuova società, che ha appena acquisito il club da Stefano Bonacini, ha affrontato il primo Consiglio di amministrazione per definire cariche sociali e incaricare anche lo staff dirigenziale e tecnico. Un Cda iniziato verso le 18 e proseguito fino alle 20,30 che ha confermato alla presidenza Simone Morelli, l’uomo che di fronte alla scelta di Bonacini di uscire di scena si è incaricato di trovare il gruppo e il sostegno finanziario per dar vita a un nuovo corso della società di via Marx.

Morelli, che ha incontrato i giocatori al campo, sarà quindi la figura di riferimento di tutto il gruppo che lo ha sostenuto nella trattativa conclusa positivamente con mister Gaudì composto da una parte carpigiana, Ncs company (accreditata di un 30%) e lo stesso Morelli (10%), dall’azienda di commercio all'ingrosso di frutta e verdura di Villafranca di Verona Vft srl (30%) che farebbe capo all’ingegnere massese Federico Mercellusi e dalla cooperativa di mobili Mega Work scarl (10%).


Questi ultimi coinvolti insieme a una holding toscana (20%) da Luca Paolo Mastena, presidente di CereaBanca 1897.

In attesa di comunicazioni ufficiali che la società fornirà probabilmente domani proprio in occasione della conferenza stampa di Bonacini, pare che la nuova struttura societaria sarà particolarmente snella mantenendo così uno stile che ha sempre contraddistinto il Carpi dell’era Gaudì.

Ma sarà rinforzata la struttura organizzativa interna con riferimento al settore marcketing e comunicazione con l’esterno e soprattutto con le forze della città uno dei capisaldi del presidente Morelli che potrà avvalersi dell’apporto di Marcello Fantuzzi di Ncs che ricoprirà l’incarico di segretario amministrativo del club.

Morrone e Pochesci al lavoro

Anche se non è ancora arrivata l’investitura ufficiale da parte della neonata società biancorossa, Alfonso Morrone è già al lavoro come direttore generale del nuovo Carpi e da oggi comincerà a lavorare intensamente sul mercato verificando le situazioni dei giocatori dalle valutazioni superiori, come gli attaccanti Vano e Biasci, e la loro disponibilità per un’eventuale permanenza in biancorosso.

Anche Sandro Pochesci, l’allenatore scelto per dare vita al nuovo corso tecnico, è già stato investito dell’incarico e ieri ha accolto i giocatori proprio insieme al presidente Morelli e al direttore generale Alfonso Morrone che oggi potrebbe incontrare l’ex digi Stefano Stefanelli.

Preso Mancini

Il nuovo Carpi ha messo a segno anche il primo colpo di mercato in entrata ingaggiando Daniele Mancini. Si tratta di un giovane centrocampista, classe 2002, che è stato prelevato dalla Pro Calcio Tor Sapienza società che milita in serie D. Mancini è atteso da Pochesci per i controlli imposti dal protocollo sanitario e per aggregarsi al resto del gruppo che da ieri ha iniziato a preparare la prossima stagione sportiva, la prima del dopo Bonacini che domani terrà una conferenza stampa, assieme agli altri ex compagni di viaggio dell’era degli Immortali, Marani e Caliumi. —