Modena, Perna riparte dal Legnago. E Ferrario va alla Giana Erminio

Il difensore: «Giocherò ancora un anno, poi potrei  fare l’allenatore». Il bomber della rinascita alla Giana Erminio

MODENA. Sarà sempre ‘capitan Perna’ perchè il grado e la fascia gli spettano di diritto essendo il secondo giocatore di sempre nella storia del Modena alle spalle dell’irraggiungibile Renato Braglia, anche se non vestirà più la maglia gialloblù, almeno da calciatore. Cesati, Matteassi e Mignani gli hanno detto chiaramente che non c’era più posto per lui nella squadra chiamata ad alzare l’asticella delle ambizioni canarine, proponendogli un ruolo nel settore giovanile. Ma Armando Perna non si sentiva affatto finito e piuttosto che appendere le scarpette al chiodo si è guardato attorno. E il suo sguardo ha incrociato quello del tecnico modenese Bagatti, allenatore del Legnago. Si conoscevano già e la stretta di mano è arrivata subito.

«Sono contento di poter giocare ancora almeno un altro anno - confida Perna - perchè credo di poter dare ancora qualcosa come calciatore. Ho parlato con Bagatti, che era già stato mio allenatore, e ci siamo trovati d’accordo subito. Gioco ancora un anno, poi vedrò se smettere e cominciare a fare la carriera di allenatore. Mi piacerebbe».


Perna trova squadra, e per ironia della sorte potrebbe giocare al Cabassi di Carpi, il campo indicato per le partite interne dal Legnago al momento dell’iscrizione, il Modena prova a sfoltire la rosa per far posto agli attaccanti, il grande obiettivo di Cesati e Matteassi. Ne servono tre. Gliozzi è sicuramente il primo nome sulla lista di digi e diesse gialloblù: ha un ingaggio alto, ma su di lui c’è anche il benestare di Mignani che lo vorrebbe alla propria corte. Scappini della Reggiana è monitorato, ma proprio per una questione di derby e orgoglio non è tra le prime scelte. Tra le quali c’è invece Simone Guerra, classe 1989, del Vicenza. E al suo fianco Corazza della Reggina: il Modena vorrebbe solo lui, Taibi mette sul piatto anche De Francesco e un altro giocatore. Si tratta. Sul fronte cessioni bomber Ferrario ha già fatto la sua scelta: andrà alla Giana Erminio che lo abbraccerà il 3 settembre. In partenza ci sono anche De Grazia e Laurenti. —