Modena, la carica di bomber Scappini: «Pronti per un grande campionato»

«Gruppo, mister, societàe tifosi: c’è tutto per fare bene. Dovevo trovare la condizione, ora sono ok e i gol arriveranno»



“Vogliamo disputare un grande campionato e riportare questa piazza dove merita”. Stefano Scappini è carico e pronto anche dal punto di vista fisico per guidare il Modena verso traguardi ambiziosi. Il classe ‘88, in campo prima nel "Memorial Beppe Loschi" contro il Venezia e poi in Coppa Italia a Monopoli, racconta così i primi giorni vissuti con la maglia canarina: “Sto bene e per me sono stati giorni molto importanti. Avevo bisogno di allenarmi in gruppo e di giocare, ho acquisito minuti nelle gambe ed è quello che mi serve per raggiungere presto la forma migliore.


Sono molto contento di essere qui, ringrazio il club per avermi portato in gialloblù e spero di ripagare la loro fiducia”. L'attaccante umbro è convinto che il Modena abbia tutti i presupposti per recitare un ruolo da protagonista: “Ho visto un gruppo sano, un mister molto preparato e una società di alto livello, questa è la base per fare bene e conquistare risultati importanti.

Siamo carichi e non vediamo l’ora di giocare, sarà un girone equilibrato come tutti gli anni ma vogliamo farci trovare pronti e battagliare ogni domenica contro qualunque avversario”. L'obiettivo è non mollare mai, nemmeno nei momenti più difficili che sicuramente capiteranno nel corso della stagione: “Dobbiamo lavorare giorno dopo giorno e restare sempre sul pezzo. Le partite che abbiamo giocato fino a questo momento ci sono servite per amalgamarci e trovare il giusto affiatamento tra compagni. Sono sicuro che, anche grazie alla competenza dello staff e del mister, disputeremo un grande campionato”.

Per Scappini, la Reggiana e i problemi fisici rappresentano il passato: “Non devo dimostrare niente a nessuno, ho contribuito alla promozione dei granata in B ma ora conta solo il presente.

Voglio aiutare il Modena, allenarmi sempre al massimo e sudare la maglia fino all'ultimo minuto. I gol arriveranno e saranno una conseguenza del duro lavoro che verrà fatto durante la settimana”.

SERIE C, SI GIOCA!

Gubbio-Modena e Carpi-Sambenedettese si disputeranno regolarmente. L'Aic ha deciso di revocare lo sciopero indetto per la prima giornata del campionato di serie C, mantenendo comunque lo stato di agitazione in attesa di ulteriori colloqui con la Lega Pro a partire dalla prossima settimana (possibile il passaggio delle liste da 22 a 24 più un ulteriore calciatore classe 2001). Decisivo l'intervento della Figc e del presidente Gabriele Gravina: “Ha vinto il buon senso, è un successo del calcio italiano. I tifosi della Serie C meritano di ricominciare, intere città aspettano da mesi di riappropriarsi del proprio campionato. La soluzione che è stata trovata scongiura uno stallo che avrebbe compromesso la loro grande passione. Con un dialogo ampio e articolato sulla sostenibilità della Serie C, la FIGC si è assunta l’onere di avvicinare posizioni molto distanti. Desidero ringraziare sia l’AIC che la Lega Pro per la disponibilità e la responsabilità dimostrata, d’ora in avanti sarà il campo a parlare”. Soddisfatto anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Si gioca ed è un fatto estremamente positivo.

Si è lavorato in sinergia per riuscire a raggiungere l’obiettivo comune di tornare a far rotolare il pallone in campo. La prossima settimana sono già state fissate due riunioni con le nostre società per confrontarsi e deliberare sulle proposte di modifica che con l’AIC, ai cui rappresentanti va il mio ringraziamento, abbiamo ragionato di apportare. Un ringraziamento particolare va al Presidente Gravina per l'importante contributo”. —