Sghedoni: «Acquisti di grande qualità L’obiettivo non cambia, vogliamo la B»

Presentazione ufficiale della nuova stagione, mister Kerakoll padrone di casa: «Stiamo lavorando come si deve»

Il Modena ha cominciato nel migliore dei modi il proprio campionato di serie C: 9 punti conquistati nelle prime quattro giornate (tre vittorie e una sconfitta), 8 gol realizzati con 6 giocatori già andati a segno e solamente 2 subiti. La strada è ancora lunghissima, ma la squadra di Michele Mignani ha dimostrato di potersela giocare alla pari contro qualsiasi avversario. Ieri sera su Trc è andata in scena la presentazione ufficiale della stagione 2020/21, che si è svolta presso la nuova area hospitality creata all’interno dello stadio Braglia. A fare gli onori di casa il presidente gialloblù Romano Sghedoni, che ha commentato l’inizio di campionato del Modena e gli obiettivi da raggiungere nel corso della stagione: «Come potrei non essere soddisfatto dei nove punti ottenuti nelle prime quattro giornate. Avevamo firmato per dodici, ma bisogna anche sapersi accontentare (ride, ndr). Sono estremamente contento della rosa che è stata costruita e ho grande fiducia in Mignani e Matteassi. I risultati sul campo e ciò che vedo durante gli allenamenti mi confermano che entrambi stanno svolgendo un ottimo lavoro, la qualità dei nuovi acquisti è buona e insieme ai giocatori confermati si sta creando il giusto mix».

Le idee del presidente canarino sono chiare: «C’è voglia di fare bene e soprattutto di cambiare categoria, l’obiettivo è conquistare la serie B. Lo scorso anno volevamo conoscere la C e ci saremmo accontentati di arrivare a metà classifica, e invece abbiamo disputato un buon campionato raggiungendo la zona playoff e senza il Covid potevamo recuperare altre posizioni e raggiungere i primi cinque posti. Ora, invece, vogliamo essere tra le squadre che lottano per salire. È ancora tutto da scrivere, siamo ancora ad inizio stagione ma è stato fondamentale aver iniziato in questo modo. Tra le avversarie temo Perugia e Padova - continua Sghedoni -, senza dimenticare la Feralpisalò che ha il presidente più ricco della C e una squadra consolidata da diversi anni. Vedremo cosa succederà, noi però possiamo giocarcela con chiunque. Siamo contenti del momento , abbiamo un ottimo allenatore e una società che funziona bene da ogni punto di vista. Purtroppo ci manca il nostro dodicesimo uomo, ci dobbiamo adeguare e speriamo di averli presto al nostro fianco».


Ha poi preso la parola il direttore generale Roberto Cesati, che ha ringraziato i tifosi per il loro supporto: «Hanno sempre dimostrato vero attaccamento ai colori gialloblù, ci mancano tanto. Per le prossime partite casalinghe mi auguro che almeno i mille biglietti ora a disposizione vadano consumati, abbiamo voglia di sentire il calore della nostra gente e i ragazzi lo meritano per l’impegno che mostrano in partita e in allenamento. Tra distanziamento e utilizzo della mascherina lo stadio è il posto più sicuro possibile e più bello per passare due ore tranquille». Il dg canarino è estremamente convinto della forza del Modena: «Dobbiamo proseguire su questa strada con grande umiltà, ma consapevoli che siamo un’ottima squadra. Se rimaniamo sul pezzo, sarà dura per tutti giocare contro di noi».

Spazio anche a colui che ha costruito la squadra insieme a Michele Mignani, ovvero il direttore sportivo Luca Matteassi: «Abbiamo allestito una rosa importante per restare nelle zone alte della classifica, l’obiettivo è dare fastidio alle società che hanno l’obbligo di vincere il campionato. Siamo partiti molto bene e cercheremo di continuare così disputando una stagione di livello. Sono arrivati giocatori con tecnica e struttura fisica, funzionali al modulo scelto dal mister. Uno di questi è Gaetano Monachello, acquistato a titolo definitivo così come Tulissi e Gagno. È al primo anno in C ed è reduce da un’annata non positiva a livello di numeri, anche per lui sarà una stagione importante perché dovrà fare bene a Modena per tornare nella categoria superiore». —