Sassuolo senza limiti: dopo l’Equipe “sbarca” sul New York Times

Prima le due pagine sul quotidiano sportivo francese, poi è stata la volta del prestigioso giornale statunitense

SASSUOLO Le “gesta” del Sassuolo ormai hanno un assunto un respiro internazionale. Nel giro di pochi giorni la favola dei ragazzi di De Zerbi secondi in classifica in Serie A ha valicato i patri confini approdando su prestigiose testate. Prima è stata l’Èquipe, il quotidiano sportivo più importante del mondo, a dedicare al Sassuolo nell’edizione di venerdì una doppia pagina a firma Benjamin Henry che nel titolo ha utilizzato un termine franco... sassolese: La clé de «Sasol», ovvero la chiave del Sassuolo. L’Èquipe ha scelto la Gazzetta di Modena per farsi raccontare - e spiegare ai propri lettori - i segreti del club neroverde in un paginone ricco di aneddoti. In particolare sono state analizzate le figure di Giorgio Squinzi, del tecnico Roberto De Zerbi (in Francia attenzionato dal Lione) e del centrocampista transalpino Maxime Lopez, l’ultimo acquisto neroverde proveniente dal Marsiglia.

Dopo l’Èquipe ieri il Sassuolo ha sorvolato l’oceano per sbarcare sulle altrettanto prestigiose colonne del New York Times, quotidiano statunitense. Small Sample Size Yields Big Surprises, letteralmente “Campioni di piccola taglia realizzano grandi sorprese”, il titolo dell’articolo a firma Rory Smith, corrispondente in Europa per il calcio, corredato dalla fotografia di un Raspadori esultante. Smith ha inserito il Sassuolo tra le rivelazioni dei principali campionati continentali al pari di Granada, Getafe e Aston Villa.—