Da Mancini a Totti i guariti dal Covid Altri casi nel Torino

[LUOGO]Torino

[TESTO]Francesco Totti e Roberto Mancini sono fuori dall’incubo coronavirus. Una bella notizia soprattutto per l’icona della Roma, colpito da una polmonite bilaterale. «In queste ultime settimane non sono stato bene. Ora mi sono ripreso e posso dirvi con un certo sollievo che ho avuto il Covid-19 e non è stata una passeggiata – ha ammesso l’ex capitano giallorosso in un messaggio affidato ai propri profili social – Febbre che non scendeva, saturazione dell’ossigeno bassa e le forze che se ne andavano».


Il virus non ha rispamiato Ilary Blasi, la moglie di Francesco, ma soprattutto il padre di Francesco, scomparso il 12 ottobre scorso proprio a causa del Covid-19. Ecco perché il messaggio di Totti è accompagnato da un appello a non abbassare la guardia. «Il Covid si può battere con le giuste precauzioni e indicazioni».

Intanto anche Roberto Mancini, il ct della nazionale, si è messo definitivamente alle spalle la malattia. A differenza dell’ex numero 10 della Roma però il tecnico di Jesi è sempre stato asintomatico: l’unico rammarico è aver dovuto assistere da casa, a distanza, al raggiungimento della Final Four di Nations League da parte degli azzurri. «Ho ricevuto l’esito del tampone negativo – ha raccontato intervenendo nel corso della presentazione online dell’autobiografia di Sinisa Mihajlovic (“La partita della vita”) organizzata dalla Gazzetta dello Sport – Ho finito, sono a posto». L’ex allenatore di Inter e Manchester City era risultato positivo il 6 novembre scorso.

Alla vigilia della ripresa del campionato nel frattempo si registrano nuovi casi che agitano la Serie A, quasi tutti legati al rientro dei nazionali. Nel Torino sono emersi due positivi (già disposti in isolamento), mentre il focolaio dell’Uruguay – con ben 15 casi nel gruppo squadra – toglie a Di Francesco due pedine in vista del match di oggi contro la Juventus (Godin è positivo, Nandez è stato messo in isolamento per precauzione). Stessa sorte è toccata ad Amir Rrahmani del Napoli, che comunque non sarebbe stato impiegato da Rino Gattuso nel big match contro il Milan che domani chiuderà l’ottava giornata di Serie A. Nella capitale invece Paulo Fonseca può sorridere: Lorenzo Pellegrini è guarito («finalmente negativo e pronto a tornare carichissimo», l’annuncio del centrocampista al popolo di Instagram) e tornerà a disposizione dopo la visita di idoneità, in programma nelle prossime ore, come vuole la prassi. Se non per la gara interna di domani contro il Parma, l’ex giocatore del Sassuolo potrà rientrare per la sfida di Europa League di giovedì tra Roma e Cluj.[FINETESTO] —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi