La Ferrari F488 porta a casa uno splendido tris di titoli

Finale di stagione memorabile per le rosse impegnate nelle gare Endurance: un successo iridato alla “8 ore del Bahrain” e due alla “1000 km del Paul Ricard” 

Maranello. Finale di stagione da ricordare e incorniciare per la Ferrari F488 Gt che hanno conquistato le bellezza di tre titoli mondiali, uno alla otto ore del Bahrain e due alla sei ore al Paul Ricard.

Nell’ultima tappa del mondiale WEC, la rossa chiude al secondo posto nella classe Pro-Am ed abbastanza a sorpresa vince il titolo. L’equipaggio composto da Francois Perrodo, Emmanuel Collard e Nikles Nielsen si è presentato in Bahrain con alcuni punti di ritardo nei riguardi del team TF Sport Aston Martin che ha chiuso lontano dal podio.


La vettura britannica ha accusato una lunga sosta nell’ultima ora a causa di problemi ai freni, mentre la rossa, affidabile e precisa, volava grazie a Nielsen risalito fino alla seconda posizione dietro la Porsche 911 numero 56 vincitrice di classe. Af Corse chiude prima in classifica generale con 158 punti frutto di due vittorie e quattro podi in stagione.

Podio anche per la F488 nella classe PRO grazie a Davide Rigon e Miguel Molina, mai realmente in lotta per la vittoria che ha visto sorridere le vetture tedesche autori di una doppietta.

L’ultimo atto nel Gt World Challenge Europa Endurance Cup ha sorriso alle Ferrari F488 Gt3 che vince sia la classifica assoluta che nella classe Pro-Am. La 1000 km del Paul Ricard sulla distanza di sei ore ha visto la vettura di Maranello numero 51 di Alessandro Pierguidi (partita con il secondo tempo in una prima fila monopolizzata da Af Corse) vincere dopo ben 179 giri di pista ed una prova in salita per un equipaggio inedito alla conduzione della vettura. Con James Calado e Nikles Nielsen impegnati in Bahrein alla otto ore, a fianco del pilota italiano sono stati chiamati per l’occasione Tom Blomqvist e Come Ledogar che, nei loro stint, hanno tenuto la F488 saldamente nelle zone alte. Il resto è stata opera del team che ha azzeccato la strategia di una sosta ridotta azzardata (sostituendo solamente due pneumatici) e del pilota italiano, che ha incrementato il proprio margine nelle due ore finali che portavano alla bandiera a scacchi.

Nella classe Pro-Am, titolo assoluto a Sky Tempesta su F488 numero 93 di Chris Froggart ed Eddy Cheever a cui è bastato agguantare il terzo posto per aggiudicarsi il successo nel campionato. Anche l’equipaggio Af Corse sulla vettura numero 52 è stato stravolto: a fianco di Louis Machiels non c’erano Nick Hommerson e il nostro Andrea Bertolini, ma i sostituti Maurizio Mediani e Lorenzo Bontempelli. Il campione sassolese non è infatti potuto partire per la Francia per motivi personali in una gara dove un lumicino di speranza per il titolo c’era ancora, vanificata dal terzo posto in gara di Sky Tempesta che ha chiuso dietro ad Aston Martin e Lamborghini.

Per la 488 GT3, invece, il palmares si arricchisce di ulteriori numeri da record. Sono infatti 81 i campionati vinti, grazie anche a 350 vittorie ottenute su 631 partenze a testimonianza della straordinaria competitività e affidabilità della vettura di Maranello nei campionati Endurance. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi