Il diesse Luca Matteassi carica il Modena

«Col Sudtirol volevamo vincere, ora dobbiamo provare a rifarci subito contro il Cesena»

“Girano parecchio le scatole perchè volevamo vincere, ora dobbiamo rimboccarci le maniche e andare ad ottenere un grande risultato a Cesena”. A parlare è il direttore sportivo del Modena Luca Matteassi, amareggiato per la sconfitta col Sudtirol: “Dispiace molto e c’è grande rammarico. Abbiamo disputato un ottimo primo tempo in cui potevamo segnare anche il raddoppio, mentre nella seconda frazione di gioco bisogna ammettere che hanno giocato meglio loro. Abbiamo concesso poco ai nostri avversari, ma ciò che conta è il risultato finale”. Vietato demoralizzarsi in casa gialloblù, serve l’immediato riscatto al Manuzzi: “Occorre una pronta ripartenza, dovremo essere più svegli, concentrati e cattivi. Sono tutte partite complicate e sarà difficilissimo fare risultato, ma il nostro obiettivo è ottenere i tre punti. Cercheremo di prendere spunto dagli errori commessi e per farlo i ragazzi dovranno lavorare al massimo e ascoltare i consigli del mister perché lui ha le idee chiare”. Matteassi spende inoltre parole di elogio per Mignani: “E’ un grandissimo allenatore che fa giocare benissimo la squadra e si vede la sua impronta nel tipo di prestazione che il Modena ogni domenica riesce a fare. Crediamo in quello che stiamo facendo e cercheremo di limare la differenza con le big grazie al duro lavoro quotidiano”. Nei quattro scontri diretti disputati contro Sudtirol, Perugia, Triestina e Feralpisalò, il Modena ha ottenuto un solo punto: “Bisogna valutare la singola partita e nonostante le buone prove non siamo riusciti ad ottenere qualche risultato positivo in più. E’ un girone duro in cui può succedere qualsiasi cosa. Stiamo lavorando al massimo per migliorare, siamo ancora lì a lottare e i giochi sono ancora apertissimi. Al Modena manca un filotto di vittorie per restare in alto e continuare a dare fastidio”. Il gol su azione manca ormai da un mese: “Lavoreremo in settimana per crescere e trovare le giuste soluzioni. Al di là di questo, sono sicuro che quest’anno ci toglieremo le nostre soddisfazioni e romperemo le scatole ad ogni squadra”. Infine, un messaggio ai tifosi: “La società mi ha chiesto di alzare l’asticella e secondo me ci stiamo riuscendo. Sghedoni è una garanzia e da questo punto di vista siamo tranquilli. Se non vogliamo farci del male, dobbiamo restare uniti e incoraggiare i ragazzi remando tutti dalla stessa parte”.