Mignani: «Al Modena è mancato il gol, ma non deve diventare un’ossessione»

Il mister gialloblù vede il bicchiere mezzo pieno: «Meritavamo di vincere, abbiamo dominato per 70 minuti creando occasioni» 

intervista

cesena


Mignani è pragmatico ed ottimista. Il tecnico ha analizzato il derby attraverso gli episodi, ma anche ponendo l’accento su quanto ha prodotto la squadra in termini di gioco; segno che il lavoro impostato è quello giusto. Il gol arriverà. «Era una partita complicata e lo sapevamo, contro una squadra che i numeri indicavano come la più in forma del momento. Credo che il Modena – ha proseguito – abbia condotto il gioco per oltre settanta minuti e certamente avremmo meritato noi di vincerla. Il fatto è che nel finale abbiamo anche rischiato di perderla e dunque occorre guardare le cose sotto la giusta luce prendendo questo pari di buon grado. Preferisco soffermarmi sulla prestazione. L’atteggiamento e la mentalità mostrate sono state le migliori possibili. Siamo stati capaci di tenere in mano il pallino creando e portando diversi giocatori alla conclusione. Quando arrivi a ridosso dell’area avversaria con costanza e pericolosità, è il segno che dal punto di vista tattico stai facendo bene le cose; è mancato solo il gol ma questo non dove diventare un’ossessione. Ho provato tante soluzioni perché abbiamo un organico offensivo importante ed è giusto dare spazio un po’ a tutti. Non riusciamo a concretizzare quanto produciamo ma non serve a nulla fare drammi, incupirsi. L’unica cosa è continuare a credere fermamente in quanto stiamo facendo, la partita di stasera lo dimostra e questo deve infonderci fiducia. Certo, resta il rammarico per la vittoria mancata però sono convinto che la strada che stiamo percorrendo è assolutamente quella giusta. Le altre che sono in vetta hanno pareggiato tutte - ha concluso Mignani - la situazione resta apertissima. Negli occhi dei ragazzi, ho visto le motivazioni giuste e la volontà di inseguire il successo». —