Matteassi: «Il Modena deve diventare più furbo e cattivo»

Il ds canarino: «Sono contento della squadra e non abbiamo paura di nessuno  Per segnare di più serve cinismo da parte di tutti negli ultimi 25 metri» 



Un ritorno alla vittoria importante per il Modena, commentato con soddisfazione dal ds gialloblù Luca Matteassi: “Volevamo ottenere i tre punti e siamo contenti di esserci riusciti. Nel secondo tempo abbiamo perso un po’ di qualità a causa del terreno di gioco pesante, è stata una prestazione soprattutto di quantità”. La rete di Prezioso ha posto fine al digiuno del gol su azione che durava da oltre un mese: “Sono veramente contento del lavoro svolto e dal mister ai giocatori stanno facendo tutti benissimo. I ragazzi si stanno impegnando al massimo seguendo sempre le direttive dell’allenatore, c’è la massima fiducia e dobbiamo continuare così”. Per Matteassi sono due gli aspetti principali da migliorare: “Servirà essere più cattivi negli ultimi 25 metri e non parlo solo degli attaccanti. Lì davanti dobbiamo buttarla dentro e sfruttare le occasioni che creiamo. Questo è un gruppo splendido e sono sicuro che riusciremo a crescere anche sotto il punto di vista dei gol realizzati. Il campionato è tosto e oltre alla maggior cattiveria sottoporta il Modena dovrà avere anche più personalità e furbizia”. In 8 delle 14 partite disputate, la formazione canarina ha mantenuto la porta inviolata: “Tutta la squadra sta contribuendo, in primis gli attaccanti che stanno svolgendo un lavoro determinante per il nostro reparto arretrato. Siamo la miglior difesa e ciò vuol dire che la fase difensiva sta riuscendo benissimo”. Nel match con la Fermana, si sono rivisti dal primo minuto Pergreffi e Mignanelli: “Abbiamo giocatori molto importanti che hanno dimostrato di valere la maglia gialloblù. Il mister ha tenuto fuori ragazzi che meriterebbero di giocare, ma in campo si va in 11 e quindi è normale fare delle scelte. Questa squadra è forte e non deve avere paura di nessuno”. Il Modena tornerà in campo domenica ad Arezzo: “La classifica non rispecchia il potenziale della rosa amaranto. Andremo là per ottenere tre punti che sarebbero fondamentali, cercando di sfruttare il loro momento negativo e sperando di trovarli stanchi visto che stanno giocando tanto”. Regna l'equilibrio nel girone B: “Dobbiamo e vogliamo restare il più in alto possibile. E’ un campionato complicato in cui puoi vincere e perdere contro chiunque. Sono fiducioso, siamo lì a giocarcela e daremo battaglia fino alla fine”. Chiusura dedicata al mercato e ai tifosi: “Al momento non ci stiamo pensando perché siamo contenti dei ragazzi a nostra disposizione. Ora ciò che conta è ottenere il massimo nelle prossime partite e poi vedremo se intervenire oppure no. Ai sostenitori canarini dico che devono restare tranquilli, dispiace non averli allo stadio in quanto con la loro presenza avremmo ottenuto più punti”. —