CR7 non stacca mai Contro il Genoa torna anche Chiellini

Stasera allo Stadium la sfida ai rossoblù Pirlo: una Coppa minore? Piace a tutti... 

TORINO- Vietato pensare al big match di domenica contro l'Inter, la testa della Juve deve essere soltanto sul Genoa: è questo l'augurio di Andrea Pirlo in vista della sua prima gara da allenatore in coppa Italia. «Sembra una competizione che all'inizio non interessa a nessuno, ma andare avanti piace a tutti - le parole del tecnico alla vigilia degli ottavi - e perciò è una partita importante: per arrivare fino in fondo bisogna vincere». E' inevitabile, però, qualche cambio: tra infortunati e rotazioni, oltre ai tre giocatori positivi al Coronavirus (i difensori Alex Sandro, Cuadrado e De Ligt) sarà una formazione sperimentale: «Buffon partirà dall'inizio, anche Chiellini sta bene e rientrerà - l'anticipazione di Pirlo - e per gli altri valuteremo domani mattina». Da capire come verrà gestito Ronaldo, sicuramente non ci sarà Dybala, out fino al termine di gennaio, e non verranno rischiati McKennie e Chiesa, usciti malconci dalla sfida contro il Sassuolo, mentre Morata cerca minutaggio dopo essere appena tornato a disposizione. La Juve ha già battuto il Genoa in campionato un mese fa, 1-3 a Marassi lo scorso 13 dicembre con gol di Dybala e doppietta dal dischetto di CR7, ma nel frattempo il Grifone si è affidato a Ballardini: «Abbiamo visto diversi video, ho notato che hanno cambiato aggressività e alzato il baricentro - ha detto Pirlo a proposito degli avversari- e hanno tante energie: sarà una gara difficile e combattuta, penso che verranno qui con una linea difensiva a cinque e con l'obiettivo di ripartire in contropiede, ma noi vogliamo vincere per continuare il nostro cammino in coppa Italia». Inoltre, l'obiettivo dell'allenatore bianconero è proseguire nella striscia di vittorie cominciata con l'anno nuovo: «La sconfitta contro la Fiorentina è stata un pò come un fulmine a ciel sereno, nelle partite precedenti avevamo espresso un buon gioco e una buona intensità - l'analisi del tecnico sul momento della sua squadra reduce da tre successi di fila - ma poi abbiamo chiarito gli obiettivi e siamo ripartiti con convinzione: ora mettiamo in campo grande forza mentale, mi piace la determinazione e la voglia di vincere che abbiamo».

JUVENTUS: Buffon; Danilo, Demiral, Chiellini, Frabotta; Kulusevski, Bentancur, Rabiot, Bernardeschi; Morata, Cristiano Ronaldo. All. Pirlo.


GENOA: Marchetti; Bani, Radovanovic, Goldaniga; Ghiglione, Lerager, Badelj, Sturaro, Czyborra; Scamacca, Pjaca. All. Ballardini. —