La Leo Shoes dà spettacolo: 3-0 a Piacenza

Partita perfetta dei gialloblù che vincono 35-33 il primo set dominando poi i successivi contro una Gas Sales deludente

Fabio Rossi

PIACENZA. Una squadra, sempre più tosta, sempre più vera, contro un insieme di grandi giocatori, attualmente in palese, gravissima crisi di identità: la Leo Shoes demolisce letteralmente la Gas Sales, passa al PalaBanca e aggiunge tre punti fondamentali ad una classifica che potrebbe presto regalarle molte soddisfazioni. Verdetto ineccepibile, quello che premia i gialloblù, perfetti in un primo parziale assolutamente decisivo (ben 7 set ball annullati, prima di chiudere 35-33 alla quarta opportunità) e poi addirittura dilaganti nei successivi. Male, malissimo una imbarazzante Gas Sales, che ha avuto tante chance, non sfruttate, nella frazione di apertura, ma che si è poi sciolta come neve al sole. Squadra senza carattere nei punti importanti del primo set, Piacenza, ancora lontanissima dall’apparire quello che potrebbe e dovrebbe essere visto il sontuoso organico di cui dispone.


A rendere “piccola-piccola” la Gas Sales ci ha pensato una Leo Shoes davvero da applausi a scena aperta per l’atteggiamento mostrato in campo dal primo all’ultimo punto, efficacissima a muro (10 di squadra, 6 di Lavia) e spietata in attacco, sia in cambio palla che nella fase break.

I sestetti

Piacenza al gran completo, a referto ci sono anche Polo e Antonov: Bernardi parte con Baranowicz regista, Grozer opposto, Mousavi e Candellaro al centro, Russell e Clevenot martelli, Scanferla il libero.

Modena si presenta senza EstradaMazorra, a referto va Sala. In campo volti noti: alza Christenson, in diagonale allo yankee c’è Vettori, Petric e Lavia sono i posti 4, Stankovic e Mazzone i centrali, Grebennikov libero.

Primo set senza padrone fino al 17-15 Modena quando la battaglia di fa dura. Grozer dà notizie di sé con l’ace del 17-17. Sprint finale: break Piacenza con Clevenot (21-19). Grozer rigioca per il 23-20, ma non la mette a terra, Vettori tiene agganciata Modena (21-22), Stankovic pareggia (22-22), Petric mette la freccia, ace del 23-22 Leo Shoes. 23-23 di Russell in pipe. Il primo set ball è per Piacenza che continua a sprecare tutte le opportunità: Stankovic inchioda a muro Russell ed è 24-24. Grozer firma il 25-24. Lavia annulla tutto: 25-25, poi Russell non passa e Mazzone regala il 26-25 a Modena. Candellaro dice 26-26. Petric tiene il bolide di Grozer in ricezione, Russell è ancora negativo in 4 e Mazzone senza paura scrive il 27-26. Russell si fa perdonare, 27-27. Poi è una girandola di emozioni: Clevenot, mani fuori del 28-27. Russell, battuta in rete: 28-28. Mazzone serve fuori, 29-28 Piacenza, Petric, impatta a 29, miracolo di Christenson per il 30-30, Stankovic chiude su Clevenot, 31-30 Modena. Clevenot, 31-31, Mousavi, muro su Christenson, 32-31. Una palla ad alto coefficiente di difficoltà di Lavia vale il 33-33, poi in battuta va Christenson e come spesso è accaduto in tempi recenti, il capitano infila l’ace che conta, 34-33 Leo Shoes. Lavia, ancora lui, chiude su Grozer e Modena va al cambio di campo sul 35-33, 1-0. Un capolavoro.

ONDA LUNGA

Piacenza accusa il colpo, con Russell colpito senza pietà dalle battute di un formidabile Mazzone: 7-3 Modena a cui riesce tutto. Le battute di Candellaro tengono viva Piacenza (7-9), Grozer spara out il pallone del 7-10 e Bernardi lo toglie inserendo Finger, dentro anche Botto per Clevenot sul 12-7 Leo Shoes. Cambi inutili, perché la Gas Sales ha perso anche la fiducia e continua a incassare colpi su colpi fino a un 25-15 impietoso.

Terzo set

Bernardi lo inizia senza Grozer e con Finger, sono prò solo dettagli: Modena va 5-2, Bernardi toglie di nuovo Clevenot per Botto sul 6-8, ma comandano sempre i gialloblù. Lavia colleziona il quinto muro vincente personale e sull’11-6 si intuisce che a Piacenza non resta molto tempo per cercare di realizzare qualcosa di impossibile. La Leo Shoes viaggia sempre con un vantaggiondi 4-5 lunghezze e non ha problemi a chiudere 25-22, 3-0. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA