Sassuolo, mercato congelato. Oggi si decide per Scamacca

De Zerbi lancia messaggi ma il club non vuole operare in entrata salvo occasioni. Vertice Carnevali-Paratici a margine della finale di Supercoppa Juventus-Napoli

SASSUOLO. A meno di due settimane dal gong il mercato del Sassuolo resta sempre congelato. La squadra è in emergenza, tanto per dire nell’ultimo match col Parma ha dovuto contemporaneamente fare a meno di Berardi, Locatelli e Boga oltre a disporre di un Caputo a mezzo servizio. E in classifica, che resta eccellente, i neroverdi sono scivolati ai margini della zona Europa anche se i distacchi dalle dirette concorrenti sono minimi. Dunque in piena corsa per l’obiettivo dichiarato, che non è un obbligo ma un’affascinante prospettiva. Il dovere del Sassuolo è solo quello di concorrere fino alla fine per entrare nelle prime sei, ma questa rosa è in grado di affrontare una lotta così serrata? De Zerbi ha sempre dichiarato di avere una squadra forte e competitiva, ma l’emergenza infortuni, una comprensibile flessione fisica e la cocente eliminazione della Coppa Italia hanno sollevato qualche interrogativo. Anche alla luce di una concorrenza più che mai agguerrita, dove nessuna delle grandi sta steccando. E il Sassuolo per conquistare una poltrona in zona Europa dovrà sì continuare a correre, ma anche sperare che nel contempo qualcuno rallenti o vada fuori giri.

Vista la situazione di difficoltà De Zerbi ha lanciato più di un messaggio sibillino auspicando qualche rinforzo (ne servirebbero almeno un paio), ma al momento la società non ha raccolto. Dopo aver trattenuto in estate tutti i migliori, la dirigenza non pare infatti intenzionata a tornare sul mercato, se non per prendere al volo eventuali occasioni. L’unica trattativa realmente in cantiere è quella del possibile trasferimento di Scamacca alla Juventus. Le parti sono d’accordo dalla scorsa settimana, nel frattempo il Genoa ha in mano Lammers e quindi può liberare l’attaccante neroverde. Il prezzo c’è (22 milioni più un giovane della Primavera, probabilmente Dragusin), il Sassuolo accetta un pagamento dilazionato, lo scoglio è rappresentato dalla formula: la Juve non vorrebbe l’obbligo di riscatto e spinge per un diritto. In tal senso oggi, a margine della finale di Supercoppa al Mapei Stadium tra Juventus e Napoli, Carnevali proverà a cercare una soluzione con Paratici. Per il resto poca roba: non è un segreto che a De Zerbi sarebbe piaciuto Falco (destinato alla Stella Rossa) come vice Berardi, ma la società non ha voglia di investire un milione e mezzo su un giocatore di 28 anni. Operazione che non rientra nella politica del club neroverde, più propenso a puntare su giovani da valorizzare. Dopo il prestito di Ricci al Monza, la società sta cercando una collocazione per Odgaard (piace al Pescara) mentre continuano ad arrivare richieste per Bourabia (Verona e Torino) ma, salvo offerte irrinunciabili, il franco marocchino resterà agli ordini di De Zerbi. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA