Sassuolo, stagione stregata per Boga: prima il Covid, ora un altro infortunio

L'attaccante ivoriano non riesce a trovare continuità e per De Zerbi è un bel problema

L’annus horribilis di Jeremie Boga non sembra finire mai. Una stagione, quella 2020/21, che definire tribolata per il franco ivoriano è dire poco, cominciata con il contagio al Covid 19. E’ il 18 agosto, Boga torna dalle vacanze in Costa Azzurra e viene trovato positivo alla malattia più temuta. E’ quello il giorno dell’inizio di un piccolo calvario che non è ancora finito. Boga rimane positivo a lungo, molto a lungo, un mese e mezzo (per la precisione 47 giorni, fino al 5 ottobre) e sviluppa sintomi significativi. E’ lui stesso a confidarlo, lo scorso dicembre, in una intervista a Le Parisien: ““Era il 18 agosto e sono rimasto in isolamento per diverse settimane. Una volta tornato in campo, nelle prime gare, mi mancava il fiato, sentivo una mancanza di respiro dopo l’accelerazione. Oggi non ho però postumi fisici. È tutto dietro di me. Ma voglio dire che questo virus non è facile da affrontare. A volte noi giovani vogliamo uscire e stare con gli altri. Ma devi stare attento e rispettare le distanze. La salute è la prima cosa”. Una vera e propria botta per l’esterno, che ha dunque faticato non soltanto a superare il virus, ma poi a smaltirne le conseguenze sul fisico. Un percorso in qualche modo simile a quello di Dybala, pure lui positivo per un mese e mezzo e pure lui in difficoltà anche dopo aver smaltito il Covid. Boga, dunque, torna in campo soltanto a ottobre, per la precisione fino al 23 quando esordisce giocando 29 minuti nel match pareggiato per 3-3 contro il Torino. Per il primo gol bisogna attendere un altro mese, esattamente il 22 novembre, quando l’ex Chelsea segna e sfodera anche un assist nella gara vinta dal Sassuolo per 2-0 al Bentegodi contro l’Hellas Verona. Tutto finito, sembra, Boga è tornato. Ma, in realtà, il rendimento rimane altalenante e in più di una occasione De Zerbi lo inserisce a partita in corso. Il 6 gennaio, prima gara del 2021, il conto con la sfortuna e con il 2020 sembra essere chiuso: altra gara con gol e assist, questa volta nel 2-1 contro il Genoa, ma poi il Sassuolo cala, proprio mentre Boga sale di condizione, pur con qualche fastidio muscolare che lo fanno entrare nel finale con la Juve e saltare la gara successiva col Parma. Boga torna però a segnare a Cagliari, proprio allo scadere, e dà la sensazione di essere finalmente a posto fisicamente. Fino al 34’ del match contro lo Spezia: il Sassuolo attacca sulla destra, Boga accompagna scattando sulla sinistra ma si ferma e si accascia a terra. Altro guaio muscolare e tutto da rifare per l’ennesima volta, con l'auspicio di essersi fermato in tempo per evitare guai peggiori. Boga esce in lacrime, ma sulle sue gambe, ma questo è solo l'ennesimo episodio di una stagione davvero difficile e ricca di problemi per Boga e, di conseguenza, per il Sassuolo. Che del suo gioiello ivoriano di passaporto, nato a Marsiglia dove ha giocato da ragazzino nell'OM con Maxime Lopez, cresciuto poi a Londra e svezzato nel Chelsea, prima di sbocciare definitivamente a Sassuolo con De Zerbi, avrebbe davvero tanto bisogno… —

© RIPRODUZIONE RISERVATA