Contenuto riservato agli abbonati

Mignani e il poker al Matelica: «Il Modena che volevo vedere: bella prova»

«Abbiamo fatto il pieno: bel gioco, tanti gol e tre punti A fare la differenza è stato l’atteggiamento della squadra»

MODENA Il Modena torna alla vittoria e lo fa con quattro squilli di tromba. La prestazione e i tre punti, il massimo per un allenatore, anche se Michele Mignani non si lascia andare a voli pindarici, pur sottolineando l’importanza della serata: “E’ vero, posso essere contento della partita giocata dalla mia squadra e soprattutto della larga vittoria. Non è però la prima volta che il Modena fa prestazioni convincenti, anzi, è successo molto spesso, anche se in diverse gare abbiamo raccolto poco o comunque meno di quanto meritavamo. Questa volta invece abbiamo fatto il pieno, prestazioni, tanti gol e i tre punti. Avevamo davvero bisogno di tornare a vincere e di farlo in questo modo”.

Approfittando anche del rinvio della partita del Perugia, il Modena lo scavalca e sale al terzo posto, ma questo adesso non è fondamentale per Mignani: “A questo punto del torneo la classifica lascia il tempo che trova. E’ invece fondamentale dare sempre più continuità alle prestazioni e soprattutto ai risultati. Ogni gara che passa diminuisce il tempo per recuperare se resti indietro, in un girone in cui le squadre forti e ben organizzate sono tante”.


Contro il Matelica i gialloblù avevano grandissima voglia di lasciarsi alle spalle una fase in cui aveva raccolto meno rispetto al recente passato e questo, secondo l’allenatore gialloblù, spiega anche certe scelte fatte dalla sua squadra nella ripresa: “Anche nella ripresa cercavano spesso la profondità, avevano grande voglia di vincere e di fare altri gol. A volte hanno esasperato questa scelta, ma è perfettamente comprensibile, visto il momento da cui venivamo”.

Mignani ha cambiato anche qualcosa a livello di schieramento e spiega così la novità: “Ho chiesto agli attaccanti di stare un poco più aperti, una novità che alla fine ha pagato. Soprattutto però hanno fatto come sempre un gran lavoro pure per aiutare la fase difensiva, che è stata ok anche in questa partita. Hanno segnato tre gol i difensori e i centrocampisti, e questo mi fa piacere perchè stiamo lavorando molto su queste soluzioni. Forse è mancata a volte la giusta disciplina, come detto anche prima, ma il risultato ci ripaga di tutto. In ogni caso credo che a fare la differenza sia stato l’atteggiamento odierno della squadra”. —