Muroni, il bomber a sorpresa del Modena: «Ma non mi voglio fermare»

Con tre reti il centrocampista è stato decisivo nei successi con Matelica e Feralpi: «Mai capitato un momento così...». E su di lui ha già messo gli occhi il Venezia 

E’ un momento veramente magico e speciale per il centrocampista del Modena Mattia Muroni, a segno con una doppietta nel match vinto 4-1 contro il Matelica e decisivo anche nel successo di misura dei gialloblù sul campo della Feralpisalò. Tornato titolare nelle ultime due partite coincise con altrettante vittorie, il classe ‘96 rappresenta attualmente uno dei punti di forza dei canarini grazie a prestazioni di grande sostanza e concretezza, oltre all’arma principale dell’inserimento in zona offensiva che può mettere in difficoltà qualsiasi difesa avversaria. Trenta le presenze totali collezionate finora dalla mezzala sarda, arrivato in Emilia il 10 gennaio dello scorso anno poche settimane prima dello stop del campionato causa emergenza Covid-19 e voluto fortemente da Michele Mignani con cui aveva condiviso l’esperienza all’Olbia da inizio 2016 a marzo 2017. In un’intervista rilasciata ai microfoni del club di Viale Monte Kosica, Mattia Muroni ha tracciato un bilancio decisamente positivo dal punto di vista personale: “Sto vivendo un bel momento, sono contento di aver realizzato questi gol e spero non siano gli ultimi. Sinceramente non mi è mai capitato un periodo così, ora dobbiamo continuare su questa strada e non mollare di un centimetro perché il campionato è ancora molto lungo”.

A Salò è arrivato il secondo successo consecutivo (il settimo lontano dal Braglia), una partita equilibrata caratterizzata dal cinismo in zona offensiva e dalla solita compattezza difensiva con le sole dodici reti subite in 25 match disputati: “Abbiamo ottenuto una vittoria fondamentale per il morale e la classifica. Al di là del gol che ho messo a segno, sono arrivati tre punti che volevamo a tutti i costi e molto importanti per restare in alto e continuare a lottare fino alla fine”.


La rosa a disposizione di mister Mignani è ampia e, al di là di chi scelga di schierare il tecnico genovese, ogni giocatore utilizzato cerca di svolgere al meglio il lavoro richiesto da allenatore e staff tecnico: “Stiamo dimostrando quanto sia importante e decisiva la forza della nostra squadra. Chiunque giochi, dal primo minuto o a gara in corso, si fa trovare sempre pronto e riesce a dare il proprio contributo per raggiungere il risultato. Ecco cosa vuol dire essere un gruppo unito e compatto”.

Il tour de force del Modena proseguirà domani pomeriggio con il terzo match nel giro di sei giorni, ma il centrocampista sardo è pronto per affrontare la Sambenedettese battuta 2-0 nella gara d’andata (il secondo gol è stato realizzato proprio da Muroni con un bellissimo tiro dalla distanza) e reduce dal pesante ko casalingo rimediato contro l’Imolese: “Non vediamo l’ora di tornare in campo. Ora dobbiamo pensare a recuperare tutte le forze necessarie dal punto di vista fisico e mentale per arrivare carichi alla partita. Mi aspetto una gara difficilissima contro una squadra forte e pericolosa, noi faremo il possibile per raccogliere altre tre punti”. Le ultime indiscrezioni parlano di un interessamento del Venezia in serie B, il mirino di Muroni è però puntato sulla stagione in corso e sulla voglia di raggiungere un obiettivo importante con la maglia del Modena sulle spalle. —