Calcio, Perugia-Modena da paura

Scontro al vertice tra Perugia e Modena, in campo oggi (17.30) al “Renato Curi” nel big match della ventisettesima giornata del girone B di serie C. Sarà una sfida bella ed equilibrata tra il miglior attacco casalingo, il Perugia con 31 reti realizzate in 13 gare, e la difesa meno battuta d’Italia, il Modena con 13 gol subiti in 26 match.

I gialli arrivano allo scontro frontale con il Grifone rilanciati da tre successi consecutivi, dai gol ritrovati e dal sorpasso al Sudtirol con tanto di secondo posto. Il Perugia sta volando e bracca i canarini ad un punto con due partite da recuperare. La squadra di Caserta ha fuori la freccia, al Modena il compito di dimostrarsi grande e respingere l’assalto in un match da paura. Mister Mignani ha presentato così la partita in terra umbra: “Non è decisiva, ma sicuramente importante. Affronteremo un avversario forte e candidato alla vittoria del campionato, noi però abbiamo tanta voglia di riscattare il ko della gara d’andata. Da qui alla fine, sappiamo di dover conquistare tanti punti e di sbagliare il meno possibile”. Sono diversi i moduli in lizza per sfidare il Perugia: “Le idee sono abbastanza chiare, poi come sempre deciderò a ridosso del fischio d’inizio.

Scenderà in campo chi mi dà più garanzie e mi auguro sia una formazione competitiva. Luppi sta bene e Davì ha recuperato, mentre non ci saranno Rabiu e Pierini”. La formazione biancorossa è reduce da sette vittorie nelle ultime otto: “Hanno numeri importanti, ma vogliamo giocarcela con la consapevolezza che ci siamo anche noi”. Nella sfida d’andata il gol decisivo è nato da uno schema da calcio d’angolo e da questo punto di vista il Modena dovrà prestare la massima attenzione: “Servirà tanta concentrazione per difendere la nostra porta al meglio, in ogni partita hanno soluzioni diverse e avranno preparato qualcosa di particolare anche in base al nostro modo di difenderci”. — RIPRODUZIONE RISERVATA