Leo Shoes, ecco la grande notte di Perugia

Gialloblù qualificati in caso di successo o ko per 3-2, ma in semifinale anche perdendo 3-0 o 3-1 e vincendo il golden set 



Notte di Champions League per Modena Volley, sperando che diventi anche una notte magica. Questa sera alle 20.30 Christenson e compagni scenderanno in campo contro la Sir Safety Perugia per la gara di ritorno dei quarti di finale di Champions League. All'andata è arrivato, inaspettatamente, il dominio della Leo Shoes, che ha schiantato gli avversari con un nettissimo 3-0. Stasera a Modena per passare il turno, e volare in semifinale dove affronterà una tra Trento e Berlino, basteranno 2 set (quindi anche una eventuale sconfitta per 3-2). Se invece Perugia dovesse avere la meglio per 3-0 o 3-1, allora si andrà al golden set: un unico set ai 15 che deciderà le sorti di questo quarto di finale. Ovviamente Modena parte con i favori del pronostico dopo la super prestazione di martedì scorso, ma non bisogna dimenticare come Perugia sia una delle squadre più forti del mondo e superiore, sia sotto un punto di vista tecnico che fisico, a Modena. Leon e compagni proveranno a fare di tutto per ribaltare il pronostico, sapendo anche di avere le armi giuste a loro disposizione. La Leo Shoes dovrà scendere in campo concentrata e soprattutto senza timori reverenziali, giocano liberamente e con la consapevolezza di poter piazzare un altro colpaccio. La gara dell'andata, ma anche altre partite come quella giocata contro il Kemerovo, sono la prova che Modena ha le qualità per mettere in seria difficoltà, e battere, le grandi squadra europee. La Leo Shoes poi arriva all'appuntamento in un momento molto positivo, trascinata dalla super prestazioni di Christenson, Vettori e Grebennikov. Palazzetto ovviamente vuoto, ma saranno tantissimi i tifosi di Modena che tiferanno dai propri divani, per un sogno che si chiama semifinale di Champions League.


INTERVIENE SIRCI

Dopo la sconfitta nella semifinale di andata, il patron Gino Sirci è intervenuto per dire la sua e mettere in chiaro alcune cose riguardanti il futuro.

«La squadra contro Modena ha perso perché ha pensato di essere superiore. Si è trattato di una brutta giornata, occorre voltare pagina. Al momento sono soddisfatto della gestione tecnica, abbiamo vinto un trofeo e siamo in corsa per altri due. Heynen è un allenatore stimato e bravo, credo che il tecnico perfetto non esista e a noi presidenti piace fare anche gli allenatori, ma il nostro compito è un altro. Bisogna andare tutti d’accordo per finire la stagione vincendo qualcosa. Poi ognuno prenderà le sue decisioni».

SESTETTI

Nonostante in Champions League le squadre non abbiamo limiti per quanto riguarda il numero di italiani che si possono schierare contemporaneamente in campo, sia Modena che Perugia schiereranno i loro sestetti titolari. Modena si affiderà a Christenson-Vettori in diagonale principale, Petric e Lavia ad agire in posto 4, Mazzone-Stankovic al centro con libero Grebennikov. Unico ballottaggio in casa umbra il ruolo dell'opposto, a contendersi una maglia Atanasijevic e Ter Horst, favorito l'olandese. Inizialmente Heynen dovrebbe optare per la formazione con Travica in diagonale con Ter Horst, Ricci e Solè coppia di centrali, Leon e Plotnytskyi martelli ricevitori e Colaci libero. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA