Coach Blengini «Modena ha atleti di spessore, servizio decisivo»

Una settimana movimentata quella della Lube alla vigilia dell'esordio nei quarti di finale scudetto. Gara 1 che si sarebbe dovuta giocare mercoledì, è stata rinviata dopo la positività di due giocatori di Civitanova, con la Lube che si è potuta allenare poco e male in questi giorni pieni di tamponi e controlli. Il nuovo tecnico, Gian Lorenzo Blengini, non cerca però scuse, come ha confidato ai quotidiani marchigiani.

«In momenti come questo è doveroso lasciare poco spazio alle situazioni sulle quali non puoi intervenire. È altrettanto inutile quanto improduttivo farsi venire la sindrome del “che sfortuna”. Dobbiamo puntare su quello che si può fare. Purtroppo non abbiamo potuto preparare al meglio la sfida, ma non c’erano alternative. Per ulteriore prudenza, anche se non richiesto dai protocolli, abbiamo evitato l’uso degli spogliatoi e soprattutto fatto allenare i ragazzi con le mascherine».


Blengini dovrà rinunciare a due elementi molto importanti della rosa, ma l'obiettivo della Lube è quello di provare a passare ugualmente il turno perché lo scudetto rimane l'obiettivo numero uno della società.

«I punti di forza di Modena? Beh hanno tanti atleti di spessore, nazionali – conclude Blengini - e tra l'altro giocano tutti in nazionali importanti. In questa stagione non hanno avuto continuità, però a dicembre hanno cambiato passo, insomma la classifica può ingannare. Il servizio sicuramente potrà essere determinante, servirà anche ricevere bene per poi attaccare in modo più pericoloso».

Queste invece le parole di Simone Anzani, centrale della Lube Civitanova: «Siamo stati sottoposti a continui accertamenti, ma in vista dei playoff siamo sereni. Il roster è formato da 14 elementi di valore. In caso di defezioni avremmo comunque un organico competitivo. Anzi, eventuali difficoltà ci darebbero una spinta emotiva per dare un qualcosa in più su ogni pallone. Modena è un'avversaria tosta che può mettere in difficoltà chiunque, come ha già dimostrato in stagione. Affronteremo ottimi atleti, ma a contare saranno il nostro gioco e le motivazioni. Questo è un torneo strano, in parte condizionato dalla pandemia. Ci sono squadre in forte crescita, ma noi siamo la Lube e vogliamo vincere». —