Contenuto riservato agli abbonati

Sassuolo e Carnevali: «De Zerbi? Presto vedremo se le nostre idee combaciano con le sue»

L’amministratore delegato (finito nel mirino della Juve): «Col mister dobbiamo ancora parlare di programmi» 

SASSUOLO. Tra il Sassuolo e De Zerbi la situazione è di stallo. Già a febbraio la società, per bocca dell'amministratore delegato Giovanni Carnevali, è uscita allo scoperto affermando che il desiderio era quello di proseguire con il tecnico bresciano. Da allora più nulla di ufficiale, qualche chiacchierata informale, ma prima di decidere se assecondare la volontà della dirigenza neroverde De Zerbi vuole sedersi a un tavolo e capire - non a grandi linee, ma nei dettagli,- strategie e ambizioni del club per non prendere decisioni a cuor leggero. Quadro confermato dallo stesso Carnevali: "Col mister c'è un ottimo rapporto e al momento da lui non aspettiamo risposte nè dobbiamo dargliene semplicemente perchè non ci siamo ancora seduti a parlare seriamente di programmi, lo faremo quanto prima".

Nonostante manchi solo un mese e mezzo alla fine del campionato e il tecnico sia in scadenza di contratto, le parti non sembrano avere fretta: "È prematuro capire cosa accadrà - spiega Carnevali - ci sono situazioni da valutare con calma, dobbiamo capire quella che è l'idea dell'allenatore e confrontarla con i nostri desideri. Bisogna vedere se combaciano".


De Zerbi ritiene che questo ciclo sia chiuso e avrebbe in testa di risistemare qualcosa a livello di organico, ha qualche offerta ma davanti a tutto mette ancora il Sassuolo. Ragion per cui attende di conoscere i programmi del club, che gli verranno illustrati in un incontro non ancora fissato a causa della fittissima agenda di Carnevali.

STRATEGIE

Come potrebbe essere il Sassuolo del futuro? Chiaramente se ne andrà qualche big che ambisce a piazze più importanti (Locatelli), da valutare il destino di altri che hanno deluso e si stanno deprezzando (Boga) e di quei giocatori che stanno palesando pochi stimoli o una certa "stanchezza mentale" dopo tre anni di gestione De Zerbi. La società da par suo è orientata a riportare a casa alcuni dei tanti ragazzi di talento mandati in giro per farsi le ossa, tipo Scamacca, Frattesi e Marchizza per riaprire un nuovo ciclo, possibilmente con De Zerbi altrimenti si virerà su un altro profilo adatto alla realtà neroverde e in cima alla lista c'è sempre il nome di Italiano seguito da quello dell'empolese Dionisi.

CARNEVALI-JUVE

Più che il futuro in panchina, negli ultimi giorni ad agitare le acque in casa Sassuolo c'è una voce insistente che vuole la Juventus interessata a Carnevali in caso di addio di Paratici. “No comment” - la secca risposta dell’amministratore delegato a un rumors comunque attendibile che, nel caso si concretizzasse, porterebbe ad una rivoluzione in casa Sassuolo. Dopo aver sfiorato il Milan, sarebbe un'occasione forse irripetibile per Carnevali che, ricordiamo, come tutti i dirigenti del Sassuolo rinnova anno per anno e dunque è in scadenza di contratto.

Stefano Aravecchia

© RIPRODUZIONE RISERVATA