Contenuto riservato agli abbonati

Castiglia: «Il Padova non deve festeggiare la B a Modena»

«Sarà una bellissima gara e vogliamo arrivare il più in alto possibile conservando il miglior quarto posto. Peccato per la flessione che ci ha allontanati dalla vetta»

MODENA Si avvicina sempre di più il big match in programma domenica pomeriggio (ore 17.30) al Braglia contro la capolista Padova. Una sfida molto importante per entrambe le formazioni, alla ricerca dei tre punti per raggiungere i rispettivi obiettivi stagionali. Il grande ex di turno è Luca Castiglia, che la scorsa stagione in terra veneta ha collezionato 24 presenze e realizzato 4 gol di cui uno proprio ai gialloblù il 9 settembre 2019 nell’ultimo precedente disputato in Emilia tra Modena e Padova. Il centrocampista classe ‘89 ricorda così quella partita: “Una serata emozionante e deciderla con un gol di testa è stata una bella soddisfazione. Inoltre, c’erano ancora i tifosi presenti allo stadio e quindi ricordo ancora con maggior piacere quel match. Ora è cambiato tutto, sono un giocatore del Modena e magari segnerò di nuovo ma questa volta con la maglia canarina e contro i biancoscudati. Vedremo cosa succederà, ma è certo che qua in gialloblù mi sto trovando molto bene. Siamo una grande famiglia, la società è seria e non posso assolutamente lamentarmi”. Il Padova per avvicinarsi alla serie B, il Modena per diventare la miglior quarta dei tre gironi di serie C: “Sarà una bellissima partita da giocare, c’è tanto in palio e il nostro obiettivo è arrivare il più in alto possibile. Il Padova verrà probabilmente qua a giocarsi la vittoria del campionato, le ultime due giornate almeno sulla carta sono più abbordabili e quindi la sfida a Modena potrebbe risultare quella più complicata. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e fare il nostro gioco, puntando sulla fase difensiva e sul sacrificio di tutti”. Tre giornate al termine della stagione regolare, in attesa dei playoff in cui la compagine allenata da Michele Mignani vuole recitare un ruolo da protagonista: “Negli spareggi promozione non si può mai abbassare la guardia e saltare un turno arrivando come miglior quarta sarebbe un risultato importante. Stiamo facendo un ottimo campionato e la rosa è competitiva, abbiamo disputato un girone d’andata oltre le aspettative e la flessione avuta tra febbraio e marzo è stata un peccato. Lo stesso Padova ha mantenuto un ritmo molto alto e noi purtroppo ci siamo allontanati dalla vetta. Siamo comunque carichi, pronti e in salute per domenica. Secondo me stiamo crescendo giorno dopo giorno e puntiamo a fare un gran finale di stagione”.

DAL CAMPO


Seduta pomeridiana allo Zelocchi per il Modena, che prosegue la preparazione in vista del big match di domenica.

Quasi impossibile il recupero di Monachello, al contrario di Muroni che spera di recuperare e di accomodarsi almeno in panchina. A sinistra è ballottaggio Varutti-Mignanelli, mentre a centrocampo è probabile ritorno dal primo minuto per l’ex di turno Luca Castiglia. In attacco, invece, non è da escludere che mister Mignani punti sulla coppia offensiva composta da Spagnoli e Scappini. A disposizione anche Felipe Sodinha e Mario Rabiu, tornato in campo a Fano e pronto a subentrare nuovamente a gara in corso. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA