Ballotta: «Il Modena può battere chiunque»

L’ex portiere canarino: «Un successo sul Padova sarebbe il modo migliore per arrivare ai playoff»

E’ vigilia di big match per il Modena. Al Braglia, i gialloblù sfideranno la capolista Padova in una partita in cui la posta in palio è altissima. L’ex portiere canarino Marco Ballotta è fiducioso e convinto che la formazione di Michele Mignani possa giocarsela ad armi pari: “La squadra è reduce da due vittorie consecutive e sta vivendo un buon momento, assolutamente da sfruttare in vista del rush finale. Una vittoria contro i biancoscudati darebbe una carica in più e un’iniezione di fiducia importante per affrontare al meglio le ultime giornate e i playoff. Credo che il Modena dovrà anche gestire bene la condizione fisica, restando concentrato e attento come ha dimostrato ultimamente”. I gialloblù per essere la miglior quarta e i veneti per avvicinarsi alla promozione in serie B, Ballotta si aspetta una bella sfida: “Il Padova è forte, tosto e giustamente non regalerà nulla. Il Modena ha vinto la gara d’andata e secondo me può ripetersi, è una squadra che può battere chiunque. E’ una partita molto importante per entrambe, all’inizio si studieranno e poi adatteranno le contromisure giuste senza cambiare atteggiamento e senza perdere il proprio modo di stare in campo”. I numerosi punti persi per strada tra febbraio e marzo non hanno consentito al Modena di restare agganciato al treno delle prime tre: “Dispiace sicuramente che non abbiano avuto un andamento lineare e costante, in un campionato così equilibrato la continuità di risultati e qualche sconfitta in meno avrebbero permesso ai canarini di restare lì in alto e di essere più vicini a Padova, Perugia e Sudtirol. Nulla è ancora perduto, non è ancora finita e serve guardare avanti con ottimismo”. In attesa dei playoff, da giocare senza paura: “Il Modena è una seria candidata per recitare un ruolo da protagonista, ha intrapreso la strada giusta e deve continuare così. Tanti giocatori stanno migliorando, ci sarà bisogno dell’aiuto di tutti ed è chiaro che da qui alla fine dovranno dare qualcosa in più. Stiamo entrando nel vivo della stagione, non si può sbagliare nulla e chi commetterà meno errori potrà dire la sua”. Negli anni ‘80 e con la maglia gialloblù, Ballotta ha spesso incontrato il Padova: “Non ho bellissimi ricordi, soprattutto i quattro gol subiti nella stagione 1985/86 e il clima difficile dell’Appiani. Nonostante quella sconfitta, abbiamo comunque ottenuto la promozione in serie B e quindi è andata bene. Al di là di questo, a Modena ho vissuto ben 10 anni della mia carriera e quindi sono molto legato alla piazza”. Conclusione dedicata all’attuale portiere canarino Riccardo Gagno: “Ha dimostrato di avere qualità, potenzialità e grandi margini di miglioramento, conosce bene l’ambiente e in futuro credo sia giusto puntare su di lui facendolo crescere ulteriormente”. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA