Lo Shakhtar e la Fiorentina in pressing su De Zerbi

Gli ucraini insistono per convincere il tecnico corteggiato anche dalla Viola. Ma Lopez fa un appello: «Speriamo resti, vorremmo tutti continuare con lui»

Non solo la Fiorentina. Per Roberto De Zerbi arrivano sirene anche dall’Ucraina, è infatti nel mirino dello Shakhtar Donetsk. Il ds José Boto, uomo mercato degli ucraini, sta cercando di convincere De Zerbi e da giorni è in pressing. Alla finestra c’è la Fiorentina, anche lei molto interessata all’attuale tecnico del Sassuolo (che in settimana si inconterà con Carnevali per comunicargli le sue intenzioni) e pronta a rilanciare. Ma molti giocatori neroverdi vorrebbero che De Zerbi restasse. A fare un appello è Maxime Lopez, che contro la Fiorentina ha voluto festeggiare sul campo la conferma della sua permanenza a Sassuolo anche in futuro, regalandosi il secondo gol in Serie A: «Il mister ha fatto tanto per molti giocatori, noi ci alleniamo sempre cercando di capire le sue idee e vorremmo tutti continuare con lui. Il Sassuolo è in evoluzione e sta diventando una squadra importante nel campionato italiano, quindi sarebbe bello proseguire insieme: saremmo tutti contenti». Visto il numero di presenze già effettuate, il club emiliano ha confermato il riscatto del cartellino del giovane centrocampista dal Marsiglia, stabilendo quindi che Lopez sarà a tutti gli effetti uno dei punti di riferimento del centrocampo neroverde anche nel 2021-2022. «Sono felice di rimanere a Sassuolo , contento per aver segnato il mio secondo gol e per quanto fatto dalla squadra. Contro la Fiorentina volevamo la vittoria per mantenere l'ottavo posto in classifica e volevamo disputare una bella partita». Dinamismo, tecnica, visione di gioco e ritmo: Lopez sta dimostrando tutte le sue migliori qualità, trovandosi a meraviglia nel gioco richiesto da De Zerbi e sviluppando una buona alchimia con i compagni di reparto, in primis con Pedro Obiang, che lo ha affiancato nel match contro i viola. —