Il Carpi premia 10 baby calciatori per il rendimento scolastico

Dal presidente Matteo Mantovani una targa e un buono spesa a chi ha ottenuto le pagelle migliori: «Per noi l’educazione  viene prima del pallone»

CARPI Dopo le ceste natalizie e le colombe pasquali, il Carpi scrive un'altra bella pagina delle proprie attività extra-calcistiche premiando i propri baby calciatori più meritevoli. Non sul rettangolo verde ma sui banchi di scuola. Ieri il presidente Matteo Mantovani ha consegnato una targa e un buono spesa da utilizzare in una cartolibreria cittadina ai dieci baby biancorossi che hanno ottenuto le pagelle migliori. “Credo sia un’iniziativa meritevole che ci vuole differenziare dagli altri e dà importanza all’educazione che per noi viene prima del calcio – dice il presidente Mantovani –. L’atleta si forma prima nella testa che nel fisico e con questi premi la società vuole dare un segnale anche alle famiglie. Il calcio dev’essere un momento di aggregazione e divertimento ma la scuola è preponderante, anche per una realtà professionistica come la nostra”. I premiati sono Luca Spigoni e Alessandro Mussini per l'Under 14, Leonardo Bellotti e Marco Torricelli per l'U13, Giorgio Da Como e Alessandro Corradi per l'U12, Davide Cicatiello e Emanuele Salati per l'U11 e Giovanni Gandolfi e Michele Azzoni per l'U10.

Una bella giornata insomma, che ha fatto per un attimo scordare a Mantovani la debacle di domenica a Salò: “E' stata una forte delusione soprattutto per il modo in cui è arrivata, sono stati fatti troppi errori nell’impostazione della partita – dice il presidente biancorosso – l’avversario è di valore ma il punteggio non esprime la differenza tra le due squadre. Ora affrontiamo il Padova in un momento cruciale del loro campionato, saranno avvelenati, mai noi dobbiamo onorare il finale di stagione nel migliore dei modi. La quota salvezza è raggiunta ma non si può chiudere la stagione con risultati che potrebbero inficiare quanto fatto finora”. —