Pasino: «Bravo Modena, ma bisogna spingere»

«È importante conservare il miglior quarto posto ed entrare ai playoff nella fase nazionale. Bene il risveglio delle punte» 

Federico Sabattini

“Il Modena ha offerto contro il Padova un’ottima prestazione sotto ogni punto di vista, una vittoria netta e meritata che fa ben sperare in ottica playoff”. Parola di Rubens Pasino, ex giocatore gialloblù e uno degli eroi della mitica Longobarda. Il re di “palla c’è, palla non c’è” è convinto che la formazione di Michele Mignani possa giocarsela fino alla fine: “I canarini stanno disputando un buon campionato, peccato per il blackout avuto tra febbraio e marzo ma il quarto posto è il piazzamento giusto da tenersi ben stretto. I giocatori secondo me hanno fatto il loro dovere e ora serve continuare su questa strada, cercando di non sbagliare gli ultimi due impegni di stagione regolare e di arrivare agli spareggi promozione nel miglior modo possibile. Conquistare il miglior quarto posto significherebbe rifiatare anche fisicamente e mettere ulteriore benzina nelle gambe, un vantaggio assolutamente da sfruttare”. Il Modena, per recitare un ruolo da protagonista, avrà bisogno del contributo di tutti, attaccanti compresi: “La cooperativa del gol e i quindici giocatori andati a segno rappresentano una caratteristica importante, vuol dire che la squadra gioca bene e crea parecchio in tante zone del campo. Le reti di Luppi e Pierini? Quando le punte fanno gol, è sempre positivo. Le loro marcature possono dare una bella spinta al reparto offensivo, ne avevano bisogno per acquisire fiducia e morale e mi auguro che le giocate migliori se le siano tenute per i playoff”. Nonostante gli ultimi tre successi consecutivi, in particolare quello nel big match con il Padova, i canarini non devono avere rimpianti: “Credo che le prime 3 abbiano qualcosa in più, soprattutto il Perugia che al momento è la favorita numero uno per tornare in serie B. E’ necessario guardare avanti senza pensare al passato, il Modena c’è e può fare bene”. Domani sera, i gialloblù affronteranno il Legnago dell’ex capitano Perna: “E’ un avversario da non sottovalutare e un’altra partita in cui è necessario vincere, al di là della presenza di Armando che è un caro amico e una bandiera del Modena. Massimo rispetto per lui, ma spero che la sua squadra trovi i punti salvezza nell’ultima giornata e non al Braglia (ride, ndr)”. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA