Sassuolo, Consigli "regala" lo scudetto all’Inter

Il portiere para un rigore a Muriel blindando il pareggio contro l’Atalanta. I neroverdi, in superiorità numerica per 50’, restano in corsa per l’Europa  portandosi a - 2 dalla Roma

REGGIO. Se l’Inter può festeggiare lo scudetto con quattro turni di anticipo deve ringraziare Andrea Consigli. Il portiere neroverde al 77’, sul risultato di 1-1, ha respinto di piede il rigore calciato (male) da Muriel che avrebbe rinviato il verdetto per gli uomini di Conte. Ma l’intervento di Consigli ha un peso specifico importante anche per i destini del Sassuolo che, dopo quattro vittorie di fila, riesce nella non semplice impresa di fermare sul pareggio l’armata di Gasperini, restando in piena corsa per il settimo posto che vale la qualificazione alla Conference League (ora sono a - 2 dalla Roma). Diciamo che l’1-1 del Mapei Stadium lascia rimpianti da una parte e dall’altra. Il Sassuolo non ha capitalizzato a dovere la superiorità numerica per 50 minuti (dal rosso a Gollini al 22’ fino a quello a Marlon) acciuffando il pareggio con un rigore di Berardi; invece l’Atalanta, dopo essere rimasta in dieci per una sciocchezza del portiere, nel finale ha fallito il rigore che probabimente avrebbe chiuso il match e rinviato la festa dell’Inter. Al di là dei rimpianti è stata una gara ricca di episodi che hanno richiesto l'intervento del Var, con due rigori, due espulsioni e altrettanti gol annullati per fuorigioco (uno per parte). In mezzo a tutto ciò anche tanto calcio giocato con due squadre che hanno fatto il possibile per vincere. Alla fine il punto sta meglio al Sassuolo, capace di sfatare il tabù Atalanta, squadra che negli ultimi anni contro i neroverdi aveva passeggiato. Ieri invece gli uomini di Gasperini hanno trovato pane per i loro denti.

Rosso Gollini


Novità di formazione nel Sassuolo: in difesa linea a quattro con Muldur e Kyriakopoulos terzini, blocco centrale eretto da Marlon e Chiriches con Ferrari in panchina. In mediana spazio a Obiang al fianco di Locatelli. In attacco c'è Defrel, supportato a destra da Berardi, a sinistra da Boga. Tra le linee Traorè, preferito a Djuricic. Zapata è invece il centravanti di Gasperini, Malinovsky e Pessina a supoporto. Subito Consigli protagonista in apertura su Malinovsky, poi al minuto 22 la prima svolta del match: lancio in profondità per Boga che ha campo aperto, Gollini esce dall’area per fermare l'attaccante ma sbaglia i tempi dell’intervento commettendo fallo da ultimo uomo. Pairetto estrae subito il rosso e, dopo aver rivisto le immagini al Var, conferma la sua decisione. Entra Sportiello, il “sacrificato” è Pessina. Nonostante l’inferiorità numerica l’Atalanta non abbassa il baricentro, continua a pressare alto e poco dopo la mezzora passa in vantaggio con Gosens, che si getta su un filtrante di Malinosvky e batte Consigli. Il Sassuolo reagisce con Berardi, ma viene graziato sul titoli di coda del primo tempo: testa di Djimsiti da zero metri e miracolo di Consigli, sulla ribattuta segna Zapata ma la rete viene annullata per fuori gioco millimetrico di Hateboer.

Berardi fa 15

Due novità nel Sassuolo in apertura di ripresa: dentro Ferrari e Raspadori per Chiriches e Defrel. E dopo cinque minuti i neroverdi acciuffano il pari: spallata in area di Toloi a Traoré, per Pairetto è rigore. Che Berardi non sbaglia, firmando il suo 15° gol, a meno uno dal record personale (16 nel 2013/14). Il gol getta ulteriore benzina sul match: i neroverdi spingono sulle ali dell’entusiasmo e si vedono annullare la rete del sorpasso di Locatelli, gol prima convalidato poi annullato dopo il check del Var (offside di Raspadori). Dal possibile vantaggio Sassuolo a quello mancato dell'Atalanta. Al 75' grossa ingenuità di Marlon che commette fallo in area su Muriel che Pairetto punisce con il rigore e il rosso (seconda ammonizione) all'indirizzo del difensore brasiliano. Sul dischetto va Muriel, conclusione abbastanza centrale che Consigli - abile a non tuffarsi in anticipo - con la gamba respinge. In pieno recupero i bergamaschi sfiorano il gol vittoria: da corner, tocco di Hateboer, Consigli respinge, ancora Hatoboer con Raspadori che respinge sulla linea. L'Atalanta rimane seconda a braccetto con il Milan a quota 69 mentre il Sassuolo può continuare a sognare l’Europa. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA