Contenuto riservato agli abbonati

 Sassuolo, Carnevali incontra la proprietà. Per la panchina il sogno è Gattuso

Scatta la caccia all'erede di De Zerbi che andrà in Ucraina (alcuni neroverdi) allo Shakthar Donetsk

Ieri è stata una giornata importante per il futuro del Sassuolo. In mattinata l’amministratore delegato Giovanni Carnevali ha presenziato a Reggio Emilia alla conferenza stampa di presentazione della finale di Coppa Italia (che si disputerà il 19 maggio al Mapei Stadium con 4300 spettatori), nel pomeriggio ha avuto un’importante riunione con la proprietà Mapei. Importante perchè con Veronica Squinzi si è parlato del futuro del Sassuolo Calcio.

Affrontati diversi argomenti, dal budget alle strategie di mercato fino ai rinnovi contrattuali dei dirigenti (tutti in scadenza, Carnevali compreso) oltre a confrontarsi sui profili di chi può prendere il posto in panchina di De Zerbi .


«Come società sappiamo cosa fare. Abbiamo un progetto tecnico-sportivo ed economico» - ha dichiarato l’amministratore delegato neroverde facendo capire che il Sassuolo si sta muovendo indipendentemenre dalla scelta di De Zerbi. Che, dal canto suo, dopo la sfida dell’altra sera con la Juve si è sbilanciato solo in parte: «Il mio futuro? Con la società e i miei giocatori non ho segreti, abbiamo parlato e ci stiamo parlando. Loro sanno più di voi giornalisti. Quando sarà il momento vi aggiorneremo e vi faremo sapere».

Al momento il Sassuolo non ha ancora individuato il nome del successore di Roberto De Zerbi. Quello di Vincenzo Italiano non è l’unico profilo individuato per sedere sulla panchina del Sassuolo. Non è un segreto che l’attuale tecnico dello Spezia sia nel mirino del Sassuolo da diversi mesi, ma per rescindere in anticipo il contratto triennale che lo lega allo Spezia c’è da pagare una penale di un milione di euro. Tra le possibili candidature ce n’è una assai suggestiva: il sogno risponde al nome di Gennaro Gattuso, un “pallino” del compianto patron Squinzi. Se il tecnico calabrese dopo l’addio al Napoli non dovesse approdare alla Fiorentina, diventerebbe in automatico un candidato per il Sassuolo, pronto a sottoporgli un ambizioso progetto. Il club neroverde resta alla finestra, ma pronto a farsi sotto. —