Ormai è asse Modena-Trento: Pinali alla corte di Lorenzetti

Nei giorni scorsi il clamoroso passaggio di Nimir e Rossini in maglia gialloblù Dopo un anno a Ravenna l’opposto farà il percorso inverso raggiungendo Lavia

Modena-Trento: lavori in corso. Non solo Nimir e Rossini in gialloblù, ma anche Lavia, e questo si sapeva, e Pinali, questa invece è una novità pronti a percorrere il cammino inverso.

Andrea Sartoretti e Bruno Da Re, i direttori generali delle rispettive società, stanno per concludere una operazione che vede coinvolti un top player come Nimir, un grande libero come Salvatore Rossini, ma soprattutto due giovani talenti sotto contratto o di catellino “modenese”.


Lavia è stato il primo a sganciarsi e dopo un colloquio con la società ha iniziato a cercarsi una sistemazione per il futuro con la possibilità di giocarsi il posto da titolare. Difficile farlo a Civitanova, società a cui era stato accostato, vista anche la stima che coach Blengini nutre per lui, più facile invece sperare di partire nello starting “6 + 1” a Trento che ha deciso per una sostanziale ristrutturazione estiva.

A Trento Lavia troverà Lorenzetti come coach, un grande come Kaziyski in zona 4 e un altro giovane, Michieletto, a contendergli una maglia da titolare. Sempre meglio che essere riserva di Leal e Ngapeth a Modena, dove non avrebbe visto il campo.

L’operazione “Modena-Trento Estate 2021” ha poi assunto contorni ben più definiti quando sia Rossini, campione di ritorno, che Nimir, bombardiere d’altri tempi, hanno scelto di completare la formazione di Andrea Giani. Due arrivi fondamentali per Modena che ha chiuso con questi due giocatori un sestetto fantastico. E Trento? Serve un opposto, possibilmente italiano, e Bruno Da Re lo ha individuato in Giulio Pinali, ultimo campionato a Ravenna nella Consar, ma cartellino di Modena: giovane sì, ma ormai una certezza. La nuova Trento sarebbe così fatta: Sbertoli-Pinali, Kaziyski-Lavia (Michieletto), Lisinac-Podrascanin, libero Danani. —