Modena Cento Ore Classic sabato a Pavullo, Vignola e gran finale all’Autodromo

Sono 84 gli equipaggi iscritti, provenienti da 19 nazioni, alla Modena Cento Ore Classic scattata mercoledì e che sabato, nell’ultima tappa, toccherà Pavullo, Vignola e l’Autodromo di Modena. Come tradizione della Modena Cento Ore, molto alto il livello delle vetture iscritte, che si sfidano nelle due sezioni principali, velocità e regolarità, sulle strade del centro e nord Italia, con 3 gare in circuito (Misano, Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, Mugello Circuit) e 10 prove speciali su percorsi in salita chiusi al traffico. A concludere, la Super Prova Speciale in pista, all’Autodromo di Modena, che quest’anno festeggia i 10 anni con una giornata speciale sabato, proprio all’arrivo della Modena Cento Ore. Tra le macchine iscritte, 20 Porsche, 11 Alfa Romeo, 10 Ferrari e 9 Ford (o derivate). Alcuni modelli partecipanti sono rarissimi, come la Jaguar C-Type del 1952, Ferrari 250 GT SWB Competizione (due esemplari) 1960 e 1961, Porsche 904 Carrera GTS e l’anteguerra BMW 328. In casa Alfa Romeo sono 8 le Giulia Sprint GTA, tutte del 1965, accompagnate da 7 Alfa Romeo Giulia 1750 GTAm, tutte del 1971. Quest’anno il Classic Club Vignola e la Scuderia Lotario Rangoni organizzano una postazione di controllo a timbro in viale Mazzini a Vignola, dove i bolidi dovranno effettuare una breve sosta e si potranno così far ammirare da tutti i presenti al loro passaggio. Appuntamento quindi a sabato alle ore 14,30 in viale Mazzini a Vignola dove verranno allestiti un gazebo e un arco gonfiabile e, ai concorrenti, verrà consegnato un piccolo omaggio simbolo della città. —