Contenuto riservato agli abbonati

Sassuolo-Shakthar: per l’affare Marlon “ballano” 5 milioni. Boga, c'è solo l’Atalanta

Per il brasiliano che vuole De Zerbi offerta di 10 milioni, i neroverdi ne chiedono 15: ci si può “incontrare” a 13 

Non solo Locatelli, Berardi e Raspadori. Nell’estate di mercato di Sassuolo c’è, e ci sarà, tanto altro. L’idea della società, in sintonia con il nuovo allenatore Dionisi, è quella di non fare rivoluzioni. Ovvio che sono da mettere in preventivo almeno un paio di addii eccellenti, ma il Sassuolo non intende farsi trovare spiazzato. Le partenze riguardano Locatelli e Boga, che hanno già espresso la volontà di cambiare aria. Ma se per il centrocampista della Nazionale si sta scatenando un’asta che farà lievitare la quotazione a 50-60 milioni, per l’esterno ivoriano la situazione è diversa. Ad oggi ha bussato solo l’Atalanta mettendo sul piatto i soldi che il Sassuolo ha speso a suo tempo per rilevare il cartellino di Boga dal Chelsea. Dunque, senza plusvalenza l’esterno non si muoverà. Respinti al primo assalto, i bergamaschi starebbero preparando una nuova offerta. Tutto tace, almeno a livello ufficiale, dalla Francia dove parecchie società hanno manifestato interesse per Boga. Fermandosi però solo alle parole.

Altro argomento caldo in casa Sassuolo l’affare Marlon, l’unico giocatore neroverde richiesto da De Zerbi per il suo Shakthar. Al momento le parti sono lontane: gli ucraini hanno messo sul piatto 10 milioni, il Sassuolo ne vorrebbe almeno 15, visto che un anno fa il brasiliano doveva andare al Fulham per 16 più bonus. Prima che tutto sfumasse in extremis. La sensazione è che se lo Shakthar arriva a 13, l’operazione si può chiudere.


In questi giorni si fa un gran parlare di Berardi. Dal suo entourage bocche cucite, ma mai come quest’anno l’attaccante calabrese potrebbe decidere di fare il grande salto. In Premier League diversi club di prima fascia si sono “innamorati” calcisticamente di lui, in particolare il Tottenham di Paratici, l’Arsenal, il Liverpool e il Manchester United anche se nessuno ha ancora presentato offerte formali. Come abbiamo raccontato ieri il Sassuolo ha deciso di non fissare un prezzo per i suoi gioielli prima della fine dell’Europeo. Per Berardi si parte da una base minima cash di 35 milioni alla quale aggiungere - eventualmente - un giocatore per raggiungere almeno i 50 milioni, cifra di fronte alla quale il Sassuolo potrebbe vacillare. Con il ragazzo mai come adesso propenso a cogliere la grande opportunità, anche all’estero.

La prossima settimana Carnevali si incontrerà con Cherubini della Juventus per parlare di Locatelli: l’obiettivo dei bianconeri è quello di offrire al Sassuolo un ventaglio di scelte legate a giovani promettenti (da Dragusin a Fagioli, ma anche Frabotta, Da Graca e Di Pardo) per abbassare la base economica che si aggira sui 40 milioni, impostando l’operazione a grandi linee al fine di evitare un'asta post Europeo. I bianconeri confidano nella volontà di Locatelli, ma convincere il Sassuolo non sarà facile, soprattutto se nel frattempo dall’estero arriveranno offerte cash. Per quanto riguarda Raspadori l’interesse dell’Inter è reale, ma la volontà del Sassuolo è quella di trattenerlo per almeno un’altra stagione.—