Contenuto riservato agli abbonati

Sassuolo, vacanze finite: ieri il primo giorno di Dionisi

Al Mapei Football Center il raduno della squadra, largamente incompleta,  alla presenza del nuovo allenatore che giovedì sarà presentato ufficialmente

SASSUOLO. Il Sassuolo ha già ripreso il lavoro. Intanto solo a livello individuale, con le visite mediche, i test Mapei e i primi giorni di allenamenti in piccolo gruppo come da protocolli Covid, ma ieri è ufficialmente iniziata la stagione 2021/22 della società neroverde. Ed è cominciata con il primo saluto alla rosa del nuovo allenatore, Alessio Dionisi: l’ex tecnico di Venezia ed Empoli ha tenuto un breve discorso, insieme a lui hanno parlato anche l’amministratore delegato Giovanni Carnevali e il direttore sportivo Giovanni Rossi. Un modo per iniziare a conoscersi, per cominciare a capire chi è il nuovo allenatore del Sassuolo che, invece, verrà presentato giovedì prossimo, l’8 luglio alle ore 12 al Mapei Football Center, dallo stesso Carnevali. Sarà quella l’opportunità per conoscere il nuovo tecnico, l’allenatore più giovane della serie A (Dionisi è il primo tecnico nato negli anni ’80 ad allenare nella massima serie e prende il testimone di mister più giovane della categoria proprio da Roberto De Zerbi) che ha mostrato tra i cadetti idee chiare e un calcio ben definito. Intanto, però, il primo giorno di scuola, il ritrovo per giocatori conosciuti e meno noti, considerando i rientri dai prestiti. Per ora la società preferisce non segnalare chi si sta allenando al Mapei Football Center rigorosamente a porte chiuse come da protocolli Covid e si conosceranno i nomi dei convocati soltanto al ritiro di Vipiteno-Racines, località altoatesina che sarà raggiunta domenica prossima. Intanto trapela qualche foto e, quindi, qualche volto: da Pegolo, portiere classe 1981 quasi coetaneo di Dionisi (un anno praticamente esatto di differenza a favore del mister), a capitan Magnanelli, da Traorè a Chiriches, da Ferrari a Caputo, da Lopez a un Jeremie Boga particolarmente estroso con tanto di maglietta con l’illustrazione di grande leone. Mancavano soltanto i reduci dal campionato Europeo (i due turchi Ayhan e Muldur e lo slovacco Haraslin) oltre a chi l’Europeo se lo sta ancora giocando, i tre azzurri Berardi, Locatelli e Raspadori.

Da oggi fino a giovedì le visite mediche e il lavoro a livello individuale divisi in piccoli gruppi, venerdì 9 sarà il giorno dei tradizionali test atletici di Mapei Sport, mentre sabato è previsto il primo allenamento di gruppo agli ordini di Dionisi. Domenica 11, come detto, la partenza per Vipiteno-Racines dove la rosa neroverde resterà fino a domenica 25 disputando le prime tre amichevoli della stagione, contro avversarie che saranno annunciate nei prossimi giorni (di centro non mancherà una rappresentativa altoatesina). In attesa di partire a pieno regime, però, è stato importante ritrovarsi e cominciare a riprendere il filo del discorso. L’estate del Sassuolo, per tanti motivi, sarà impegnativa e nel frattempo è già ufficialmente iniziata. —