Contenuto riservato agli abbonati

 Il Sassuolo debutta contro Di Francesco, esordio al Mapei Stadium con la Sampdoria

Prima di campionato a Verona e alla terza c’è Mourinho. Mister Dionisi: «Bisognerà abituarsi alla nuova formula»  

Valentina Spezzani

La nona stagione del Sassuolo in Serie A inizierà il 22 agosto nella nuova casa del grande ex Eusebio Di Francesco, ovvero al Bentegodi contro l'Hellas Verona, e si chiuderà il 22 maggio al Mapei Stadium contro il Milan. È questo uno dei primi verdetti emersi nel tardo pomeriggio di ieri dal sorteggio del calendario del campionato 2021/22, campionato che vedrà per la prima volta girone d'andata e di ritorno non simmetrici tra loro, tant'è che al giro di boa del 6 gennaio i neroverdi incontreranno il Genoa a Reggio Emilia, mentre ritroveranno gli scaligeri il 16 gennaio e andranno a casa dei rossoneri il 28 novembre. La prima avversaria ad arrivare al Mapei Stadium sarà la Sampdoria il 29 agosto (al Ferraris si giocherà il 6 febbraio coi blucerchiati e il 17 ottobre col Genoa), mentre il primo big match si terrà il 12 settembre all'Olimpico contro la Roma (ritorno il 13 febbraio). Il 3 ottobre in Emilia arriverà l'Inter (a San Siro il 20 febbraio), per la Juventus bisognerà attendere il 27 ottobre, a Torino, e il 24 aprile, in casa, ma occhio alla bestia nera Atalanta, da affrontare a Bergamo il 22 settembre e a Reggio Emilia il 10 aprile. Dicembre inizierà col Napoli, che il Sassuolo ritroverà poi il 1 maggio al Maradona, e proseguirà con Spezia, Lazio, Fiorentina e Bologna (il derby con i rossoblù sarà il 22 al Mapei Stadium, il 15 maggio al Dall'Ara). Sulla carta marzo sarà uno dei mesi più abbordabili, con Venezia, Salernitana e Spezia, ammesso che in Serie A ci possano essere gare abbordabili. Da segnalare anche il match con la neopromossa Empoli, sicuramente dal sapore particolare per mister Dionisi, il 31 ottobre in Emilia e il 9 gennaio in Toscana. A proposito di Dionisi, questo il suo commento sul calendario: «La grande novità è rappresentata dall’asimmetria del calendario: è una cosa nuova per tutti, sarà comunque interessante anche se non credo che cambierà il nostro approccio e la nostra preparazione alle gare – le parole del tecnico neroverde riportate dal sito ufficiale del club - Belle e sicuramente complicate le prime tre giornate, il Sassuolo si troverà subito di fronte le recenti rivali con le quali si è giocato l’accesso alla Conference League lo scorso campionato. Sarà già un banco di prova impegnativo. A fine ottobre una partita sicuramente particolare ed emozionante per me quando di fronte mi troverò l’Empoli. Attenzione al finale di campionato che sarà tosto perché ci vedrà affrontare diversi top club». Se l'asimmetria dei gironi è la novità, insieme a DAZN, che trasmetterà 7 partite in esclusiva, contro le 3 di Sky, a rimanere invariato è lo “spezzatino”, con tre gare al sabato (15, 18 e 20.45), il lunch match della domenica alle 12.30, seguito da tre sfide alle 15, una alle 18 e una alle 20.45, a chiudere la giornata la partita del lunedì sera alle 20.45. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA