Il Carpi non vuole arrendersi: da ieri è in ritiro a San Zeno

Mister Siviglia guarda avanti e ha deciso di chiudere giocatori e staff in una bolla «Ci prepareremo per due settimane pensando solo all’inizio del campionato» 

Enrico Ronchetti

«Non sento alcuna spada di Damocle sulla nostra testa, sono pronto per andare in ritiro e fare un buon lavoro».


Mister Sebastiano Siviglia cerca di lasciare fuori dalla porta dello spogliatoio i discorsi legali e di chiudere la sua squadra in una bolla. Non quella anti-Covid, ma quella antipanico. È con questo spirito che ieri mattina il Carpi è partito per il ritiro di San Zeno di Montagna con un gruppo di 24 ragazzi di cui 11 reduci dell’ultimo campionato (in attesa di Rossini pronto al rientro dopo l’operazione) e altrettanti Primavera. Un gruppo – e non potrebbe essere diversamente in questo momento – incompleto e giovanissimo, che spera di poter avere l’occasione di diventare squadra. A partire da mister Siviglia, concentrato e fiducioso che questi primi giorni di lavoro possano rappresentare il punto di partenza di una nuova stagione e non i titoli di coda di una che si chiuderà per sempre: «Faremo le nostre due settimane di preparazione e il mio pensiero è solo alla squadra e al nostro inizio di campionato - ha detto il nuovo allenatore del Carpi prima della partenza per San Zeno - Sicuramente dovremo inserire qualche innesto ma sono consapevole del nostro percorso e sarà importante anche valutare i ragazzi del settore giovanile. Sono convinto che ci saranno due settimane di lavoro non solo sul campo ma anche nella costruzione del gruppo. La società ha grande fiducia e ha fatto tutto quello che c’era da fare, sono convinto che si partirà e faremo il nostro campionato. Ma adesso voglio pensare solo al lavoro e alla costruzione della squadra».

Ad accompagnarlo c’è il suo vice Vito Tammaro, in uno staff completato dai confermati David Morelli (preparatore atletico) e Fabio Venturini (allenatore dei portieri). Dopo aver ricevuto il saluto del presidente Mantovani, passato all’antistadio prima della partenza del pullman per far sentire la vicinanza alla squadra, il Carpi ha svolto ieri pomeriggio la prima seduta al campo di San Zeno. La società sta lavorando per organizzare per sabato la prima amichevole e sono stati avviati contatti col Chievo, altra squadra alle prese con problemi di non facile soluzione. —