Contenuto riservato agli abbonati

Veronica Squinzi: «Sassuolo, sogno un anno fantastico»

La promessa di Dionisi: «Sono qui per dare continuità, vogliamo essere una squadra di qualità che non molla mai». Presentata la nuova maglia

Valentina Spezzani

C'era il Palazzo Ducale illuminato di neroverde ieri sera a fare da sfondo alla presentazione del Sassuolo 2021/2022, il nuovo Sassuolo targato Alessio Dionisi. In Piazzale della Rosa, tanti i tifosi presenti per applaudire tutto il club, dalla dirigenza, allo staff tecnico, ai giocatori e alle giocatrici della prima squadra e delle giovanili. Gli unici assenti, i tre Nazionali Berardi, Raspadori e Locatelli, hanno comunque fatto sentire la loro vicinanza attraverso un videomessaggio che ha aperto la serata. «Ringrazio la squadra femminile che ci ha reso orgogliosi e spero ci porti in Champions League nella prossima stagione, e dò il benvenuto al nuovo mister Dionisi, sperando possa seguire la scia di chi lo ha preceduto», le parole del Presidente Rossi, a cui hanno fatto seguito quelle di Veronica Squinzi, «È veramente emozionante essere qui, in questa location e con questi colori, ringrazio tutti per il sostegno. Ci auguriamo possa essere un campionato fantastico, per i ragazzi, per le ragazze e per i giovani, sono certa ci daranno tutti grandi soddisfazioni» e, aggiunge Marco Squinzi, «Speriamo di avere i tifosi allo stadio». A parlare del futuro prossimo anche l'ad Giovanni Carnevali: «Tutto scorre velocemente, ma dobbiamo prenderci il tempo per gustarci quanto è stato fatto, siamo sulla strada buona, sappiamo che ripeterci non sarà facile, ma dobbiamo provarci e credo che abbiamo tutti i presupposti per ottenere risultati importanti. Vedere i nostri tre ragazzi diventare campioni d'Europa è stata una grandissima emozione e la prima cosa che ho pensato è che sarebbe stata una gioia immensa per il dottore e la dottoressa. Il merito è di tutta la squadra che ha contribuito alla crescita di questi giocatori. Il mercato? Il Sassuolo vuole crescere, è ambizioso e deve mantenere il bilancio in ordine. È giusto, se ci sono le condizioni, dare la possibilità ai nostri ragazzi di crescere anche altrove, se non ci sono le condizioni, cresceranno con noi». La serata è poi proseguita con la presentazione delle squadre, partendo da quella femminile, sul palco mister Piovani, il capitano Parisi, i quattro nuovi acquisti e poi tutte le ragazze della rosa. Alle 22 precise è arrivato il momento di Alessio Dionisi: «Non vedevamo l'ora di conoscere i ragazzi, in primis il capitano, Magnanelli, che è un esempio e merita un applauso, e di farci conoscere, il ritiro serve a questo. L'obiettivo è dare continuità. Dovremo essere una squadra di qualità e che non molla mai. Piovani ha detto che ha bisogno che arrivi qualcuno, io ho bisogno che non vada via nessuno – sorride l'allenatore toscano – scherzo, so da dove vengo e dove sono arrivato, per me è un privilegio essere qui e mi auguro il Sassuolo continui a fare quello che ha sempre fatto». La serata si è conclusa con la presentazione della nuova maglia: dopo un pirotecnico gioco di luci, sulla balconata del Palazzo Ducale sono apparsi Francesco Magnanelli, Ciccio Caputo, Michela Cambiaghi e Martina Tomaselli in neroverde. «Il Sassuolo se la va a giocare con tutti, ha sempre portato la sua filosofia su ogni campo», avverte Consigli, che suona già la carica per la nuova stagione, la nona del “piccolo Sassuolo” in Serie A, chi l'avrebbe mai detto? —


© RIPRODUZIONE RISERVATA