Berardi oggi festeggia 27 anni e aspetta le mosse del Milan

Ancora incerto il futuro dell’attaccante del Sassuolo corteggiato da mister Pioli, ma i rossoneri devono fare i conti con le richieste neroverdi e i club di Premier

Stefano Aravecchia

Oggi Domenico Berardi festeggia 27 anni, un compleanno reso speciale dalla nascita del primogenito Nicolò e dalla fresca conquista del campionato Europeo con l’Italia. Una spedizione che ha visto il golden boy del Sassuolo protagonista con prestazioni di alto livello, infarcite da assist e dal rigore messo a segno nella finale vinta sull’Inghilterra a Wembley. Un Berardi che ha avuto il coraggio di andare sul dischetto per primo e di fare centro con sicurezza. A testimonianza di una maturità raggiunta anche a livello caratteriale, il che ne fa un ambitissimo uomo mercato pronto per il tanto invocato salto di qualità.


Diversi segnali inducono a pensare che, mai come quest’anno Berardi, potrebbe lasciare il Sassuolo. In primis le recenti dichiarazioni della compagna Francesca Fantuzzi: «Ormai per Domenico è ora di spiccare il volo, deve provare a giocare per una grande squadra che lotta per traguardi importanti. Cambiare aria, misurarsi con grandi campioni, penso lo possa aiutare a crescere ancora di più». Lo stesso Berardi di recente è stato chiaro: «In passato ho rifiutato offerte di squadre importanti perché in quel momento non mi sentivo pronto e volevo ancora cercare di maturare nel Sassuolo. Adesso sono cresciuto e, se arrivasse la chiamata di un grande club, ovviamente la valuterò».

Ma, nel caso, chi potrebbe prendere Berardi?

Non è un segreto che dalla Premier diversi club da anni seguono con attenzione l’attaccante calabrese, in primis Leicester e Liverpool pronte a mettere sul piatto offerte importanti. Ma Berardi preferirebbe restare in Italia e, forte di questa volontà, il Milan si prepara a farsi avanti in maniera concreta. Il tecnico rossonero Stefano Pioli stravede per il 27enne, lo avrebbe voluto già ai tempi in cui sedeva sulle panchine di Inter e Fiorentina. Ma all’epoca Berardi era “intoccabile” e la sua priorità era restare in neroverde. Ora però le cose sono cambiate, il ragazzo (che in passato ha rifiutato le avance anche della Juventus) si guarda intorno, lo stesso Carnevali per la prima volta ha pubblicamente “aperto” alla possibilità di perdere Berardi. Al momento col Milan non è stata imbastita alcuna trattativa, cosa che comunque avverrà quanto prima. Lo scoglio è rappresentato dalla valutazione che il Sassuolo attribuisce al cartellino del neo campione d’Europa: 35 milioni, possibilmente cash. Cifra che solo club di Premier possono avvicinare. Ovviamente il Milan farà un tentativo per provare ad accontentare Pioli, che ritiene Berardi un elemento fondamentale, magari inserendo in parziale contropartita qualche giovane della cantera rossonera. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA