Contenuto riservato agli abbonati

Locatelli, sale la tensione tra Sassuolo e Juventus. E ora spunta anche il PSG

Dal Brasile arrivano conferme, per quanto manchi ancora la firma, dell’accordo tra Gremio e Sassuolo per il passaggio in neroverde di Matheus Henrique de Souza e di Ruan Tressoldi. Il centrocampista arriverà subito, mentre il difensore centrale a gennaio 2022, come ha confermato il direttore tecnico del Gremio, Diego Cerri: “Matheus sarà qualcosa di più immediato, raggiungerà la nuova squadra dopo l’Olimpiade. Mentre su Ruan posso garantire che non lascerà il Gremio prima di dicembre 2021”. Parole molto nette, che confermano quel che già si sapeva. Ma resta Locatelli in vero intrigo di mercato neroverde. O meglio, su Locatelli si continua a giocare una partita a scacchi tra Sassuolo e Juventus, con mosse e contromosse che alla fine, comunque, dovrebbero chiudersi con l’approdo del centrocampista alla Vecchia Signora anche se ora questa che era una certezza comincia a incrinarsi. Il Sassuolo conferma che l’offerta della Juve non è congrua e ne serve una concreta che superi i 35 milioni per prendere l’ex Milan, mentre la Juventus ora avrebbe aperto un canale col Chelsea per prendere Bakayoko come piano B, aspettando di ingaggiare Locatelli a scadenza, un’ipotesi implausibile utile solo a forzare la mano al Sassuolo. Il tema resta caldo e le due società rischiano di entrare in frizione anche perché, si registra da fonti vicine al Sassuolo, alle condizioni proposte dalla Juve (5 di prestito oneroso, 20 di obbligo di riscatto condizionato e 7 di bonus più o meno raggiungibili) ci sono altre dieci squadre - e tra queste è spuntato anche il Partis Saint Germain - che potrebbero prendere il giocatore. In tutto questo oggi Locatelli inizia ad allenarsi al Mapei Football Center. Per il resto da registrare che l’Inter vorrebbe Scamacca ma in prestito con diritto di riscatto e il Sassuolo non ci pensa nemmeno, almeno al momento e che lo svincolato Manuel De Luca del Chievo sarebbe nel mirino di Spezia e Sassuolo, ma i neroverdi sono tiepidi. Domenica non hanno giocato l’amichevole col Parma né Boga nè Muldur: nessun intrigo di mercato, solo qualche acciacco. —