Modena pronto al debutto in Coppa. Tesser: «Finalmente si fa sul serio»

Il tecnico: «Sono curioso di vedere a che punto siamo. Vis Pesaro da rispettare, ma ci teniamo a fare molto bene. Vincere serve a far crescere morale e fiducia»

E’ finalmente arrivato il giorno del debutto ufficiale del nuovo Modena targato famiglia Rivetti. I gialloblù, oggi pomeriggio alle ore 18 al Tonino Benelli, sfideranno la Vis Pesaro nel primo turno della Coppa Italia Serie C: una partita importante per cominciare nel miglior modo possibile la nuova stagione e per giungere con grande carica ed entusiasmo alla prima giornata di campionato in programma domenica prossima (20.30) in trasferta a Grosseto. La gara in terra marchigiana coincide anche con l’esordio ufficiale di Attilio Tesser sulla panchina dei canarini: “Sono sereno e consapevole di essere solo all’inizio di un percorso, mi auguro bello ma allo stesso tempo non semplice. Sono curioso di vedere a che punto è la squadra, ora si fa sul serio e ci teniamo a fare molto bene. Voglio vedere la giusta mentalità da parte di tutti, anche se dobbiamo crescere ancora tanto. Vincere aiuta a rinforzare il morale e ad acquisire fiducia all’interno di un gruppo nuovo che grazie ai risultati positivi si può ulteriormente consolidare e migliorare”.

Per il tecnico di Montebelluna tutti i giocatori del Modena sono titolari: “Il calcio non è cambiato, a parte i cinque cambi che possono modificare la partita in ogni momento. Più il gruppo è forte e coeso e più le sostituzioni sono fondamentali, la base c’è ma tutti devono pensare di essere titolari e di dare il proprio contributo. La coppia d’attacco? Sulla carta Ogunseye e Marotta hanno un ruolo importante, ma se una squadra vuole essere competitiva ogni giocatore si deve sentire partecipe e utile alla causa”. A disposizione ci sarà anche Romeo Giovannini: “Non lo conoscevo, ma l’ho visto in questi giorni e mi ha fatto un’ottima impressione, E’ un giocatore con qualità e può agire in diverse posizioni: lo vedo come trequartista alle spalle delle punte in quanto in attacco siamo a posto, anche se può ricoprire il ruolo di seconda punta”.


Massima attenzione nei confronti della Vis Pesaro: “Non la conosco molto, so che agiranno con il 3-5-2 e anche loro come noi hanno cambiato tanto. La rosa è stata rinnovata, in panchina c’è un tecnico preparato e so cosa ci aspetta. Mi aspetto una partita impegnativa, noi però ci faremo trovare pronti e non vediamo l’ora di scendere in campo”.

Per Marco Banchini, mister dei biancorossi, il Modena è simile al Monza di due anni fa ma Tesser risponde così: “Ringrazio il loro allenatore per la stima. E’ chiaro che nessuno si vuole nascondere, vogliamo essere una squadra che punta a salire. Abbiamo avuto un rinnovamento importante, partiamo da zero ma crediamo di avere sulla carta e speriamo anche sul campo una rosa competitiva che può lottare fino in fondo. Ci siamo noi, ma anche le tre retrocesse Entella, Pescara e Reggiana. Ai tempi del Monza c’era solo il club brianzolo, in questa stagione noi siamo una delle quattro/cinque compagini che lotteranno per vincere il campionato e il girone B è il più difficile”.

Oggi a A Pesaro ci saranno oltre cento tifosi canarini: “Il loro ritorno sugli spalti sarà molto importante. Se remeremo tutti nella stessa direzione, dalla società alla città, potremo creare qualcosa di significativo e arrivare in alto. Ho visto i tifosi a Fanano, si percepisce l’attaccamento e l’amore per i colori gialloblù e noi dovremo essere bravi a conquistarli. Serve umiltà, ma allo stesso tempo tanta voglia di fare bene”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA