Carpi, niente festa: sorpresa Bagnolese e Lazzaretti già ko

La nuova era inizia con una sconfitta allo stadio Cabassi I biancorossi sbagliano un rigore e finiscono in dieci

Fabio Garagnani

CARPI. La Bagnolese firma un’impresa da ricordare conquistando la prima vittoria sul terreno del Cabassi della sua storia e rovinando la festa dell’Athletic, che si era presentata alla prima di campionato con ben altre aspettative. Un fardello che ha pesato sulle spalle dei ragazzi di Bagatti per gli interi novanta minuti, mentre gli avversari pensavano a correre, più leggeri nelle gambe e nella testa. Tanto è bastato per aver la meglio sulla squadra di Claudio Lazzaretti, che neppure si può appellare al rigore sbagliato sullo 0-0 da Raffini o all’espulsione sin troppa generosa di Montebugnoli con la quale è rimasta in dieci per oltre mezz’ora. Sono alibi che non incidono sulla meritatissima vittoria della Bagnolese, partita forte e poi abile nel difendere il risultato e sfruttare gli spazi per chiuderla definitivamente.


Nel vecchio Polisportivo il giovanissimo undici di Bonini parte subito aggressivo, tiene il pressing alto per impedire la manovra del Carpi, quasi sorpreso dall’atteggiamento degli avversari. Aldrovandi e compagni rimangono a lungo prigionieri della gabbia pensata da mister Bonini, senza mai riuscire a trovare profondità, tantomeno incisività. Il tabellino parla a lungo solo degli ospiti che fanno perno in avanti sull’indiavolato Micheal, buon prospetto di scuola Sassuolo. Le occasioni arrivano con relativa facilità: Capiluppi la manda fuori di testa a pochi metri dalla porta, l’ex biancorosso Marani spara su Ferretti, Michael tenta un improbabile pallonetto dalla trequarti e Rustichelli colpisce male dall’interno dell’area. Al primo affondo è però il Carpi ad avere l’opportunità più ghiotta quando Bertozzini e Dembacaj si avventano in area su Carrasco. L’arbitro vede il contatto e fischia rigore. Raffini si presenta sul dischetto e spedisce altissimo.

Proprio quando sembra aver abbassato ritmo e baricentro, la Bagnolese trova il gol del vantaggio, sfruttando la disattenzione di Togola che discute col guardalinee mentre Mhadhbi affonda, crossa e pesca Micheal in anticipo su tutti. Da tregenda il rientro in campo dei biancorossi che rischiano subito per uno slalom del solito Micheal, poi rimangono in 10 per l’espulsione di Montebugnoli, che rimedia due gialli nella metà campo avversario nell’arco di una decina di minuti. Bagatti prova a rimescolare le carte, passa alla difesa a tre, mette dentro gli elementi più offensivi, ma deve rassegnarsi al 37’, quando Ferretti riesce solo a sfiorare il traversone di Mhadhbi che si spegne nei pressi di Guerra a due passi dalla porta. L’appoggio in rete vuol dire raddoppio e partita in cassaforte per la Bagnolese. Carpi non pervenuto, se non per una conclusione da fuori di Villanova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA