Pinali, il campione d’Europa di Modena in prestito

L’opposto giocherà a Trento, ma il suo cartellino è ancora del club gialloblù che applaude anche l’ex Daniele Lavia

Francesco Cottafava

Un successo meraviglioso quanto inaspettato quello della nazionale italiana maschile che, domenica sera, superando 3-2 la Slovenia nella finale, si è messa al collo la medaglia d'oro dell'Europeo. «Una squadra fantastica, dei ragazzi meravigliosi: siamo sul tetto d'Europa» il commento sui social network di Modena Volley. Nella rosa selezionata dal nuovo tecnico Fefè De Giorgi non era presente nessun giocatore gialloblù, vista l'esclusione all'ultimo minuto di Daniele Mazzone. Ma questa giovane nazionale ha potuto beneficiare dell'apporto di due ex gialloblù: Giulio Pinali, il cui cartellino è ancora di Modena Volley, e Daniele Lavia. Pinali è cresciuto pallavolisticamente al PalaPanini, facendo tutta la trafila delle giovanili canarini sotto gli occhi attenti di coach Andrea Tomasini e Giulio Salvioli. Poi il grande palcoscenico della Serie A1 calcato prima proprio a Modena, poi in prestito a Ravenna, dove si ritaglia finalmente un ruolo da protagonista, meritandosi oltre la chiamata in Nazionale anche la fiducia di Trento, dove arriva in prestito per sostituire Nimir Abdel Aziz.


Tra Pinali e Modena un addio o un arrivederci? Sarà il tempo a dirlo, di certo Modena non ha mai avuto il coraggio di lanciarlo titolare o affidargli responsabilità importanti, anche nella scorsa stagione quando ha dovuto drasticamente ridurre il proprio budget, lasciandosi forse scappare un futuro campione. Discorso diverso per quanto riguarda Lavia che ha deciso di lasciare Modena. La società gialloblù è stata la prima a muoversi per il martello ex Ravenna e, complice anche il Covid-19, gli ha affidato il ruolo di titolare al fianco di Petric nella scorsa stagione. Una annata iniziata con alcune problematiche e poi finita alla grande. L'estate però ha portato a Modena due campioni del calibro di Ngapeth e Leal, così Lavia ha declinato le offerte di rinnovo per virare su Trento. Queste le parole dello schiacciatore calabrese dopo il trionfo europeo: «Stiamo vivendo un sogno. Eravamo in grande difficoltà, poi siamo riusciti a riprenderla. Siamo stati fantastici. Ci abbiamo sempre creduto; la fiducia in noi stessi ci ha aiutato e tutto è davvero incredibile».