Il Modena va all’assalto dell’Entella Tesser: «Gara difficile ma da vincere»

Il tecnico suona la carica: «Vogliamo regalare ai nostri tifosi il primo successo al Braglia»

Federico Sabattini

Modena alla ricerca della prima vittoria casalinga dopo il netto poker rifilato alla Fermana, Virtus Entella in campo per riscattare l’amara sconfitta di Gubbio. Al Braglia, oggi pomeriggio con fischio d’inizio alle ore 17.30, andrà in scena il big match della quinta giornata del girone B di serie C. Una sfida che si preannuncia equilibrata e aperta ad ogni tipo di risultato tra due squadre vogliose di arrivare in alto e di recitare un ruolo da protagonista nella stagione in corso. Sarà una gara speciale soprattutto per Di Paola, Gerli, Baroni e Tremolada, ex Virtus Entella e ora all’ombra della Ghirlandina. Nel prepartita, inoltre, il Modena consegnerà un assegno ad Isabella Faenza, moglie del dottor Giuseppe Loschi scomparso due anni fa, con l’incasso del match di Coppa Italia contro l’Imolese più una donazione del club canarino: un bel gesto della società per ricordare una figura che è stata molto importante per i colori gialloblù. Nella consueta conferenza stampa della vigilia, mister Attilio Tesser ha presentato così la gara odierna: “Si tratta sicuramente di un big match, ma in questo momento e soprattutto ad inizio campionato ogni partita contro qualsiasi avversario è difficile e insidiosa. Affrontiamo una squadra esperta, solida e fisica che può contare su vari giocatori di qualità tecnica elevata, mi aspetto una sfida equilibrata tra due compagini attente a non scoprirsi. Spero di vedere un Modena che riesca ad esprimersi al meglio, a giocare con personalità, cattiveria agonistica e a mente libera. Dovremo essere molto bravi a pensare solo a noi stessi e a sbagliare poco, sfruttando i loro punti deboli e le nostre qualità”.


L’obiettivo del Modena è conquistare la prima vittoria davanti al pubblico amico: “Vogliamo ottenere i tre punti, regalando una gioia e un bel pomeriggio di calcio ai nostri tifosi che ci sostengono sempre. Dobbiamo continuare a costruire la nostra identità di squadra determinata e con uno spirito ben preciso”.

Il tecnico di Montebelluna deve fare i conti con gli acciacchi di Tremolada e Marotta e con le assenze di Ingegneri e Silvestri: “Purtroppo c’è qualche problema di troppo e che speravo sinceramente di non avere. Valuterò bene in queste ore, ma considerando la prestazione di Fermo credo che nell’undici titolare ci saranno molte conferme. Renzetti? E’ a disposizione, mi aspetto molto da lui e per noi sarà sicuramente un giocatore importante”.

In tanti scalpitano per una maglia da titolare: “Anche in allenamento sono aumentati i ritmi e l’intensità, in Coppa Italia i ragazzi schierati hanno dato un segnale forte e da parte di tutti c’è voglia di dare il proprio contributo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA