Lucca-gol non basta per battere la Svezia

Bel gol del giovane talento ma nel secondo tempo gli azzurrini sprecano troppo e gli ospiti pareggiano nel recupero

monza. L’Italia Under 21 si fa male da sola. In vantaggio grazie a un bel gol di Lucca, giocatore del Pisa in serie B, si abbassa troppo nel secondo tempo e spreca diverse occasioni, prima che gli scandinavi (sempre piuttosto fortunati con noi) raggiungono il pareggio nel recupero e mantengono la testa della classifica anche se con una partita in più.

A Monza finisce 1-1 e dopo una partita dominata dai ragazzi di Paolo Nicolato che avevano trovato il vantaggio nel finale del primo tempo poi, dopo aver fallito in almeno tre-quattro occasioni il gol del 2-0 che avrebbe chiuso la partita, hanno subìto il pareggio della Svezia al 47' della ripresa con Prica e con una difesa azzurra che era già negli spogliatoi.


Le Svezia quindi resta in testa al girone con 11 punti, l'Italia insegue a 10 e con una partita in meno. "Abbiamo fatto una grande gara, sono contento della squadra - le parole di Nicolato a fine gara - Abbiamo fatto ancora meglio dell'ultima sfida in Bosnia. Purtroppo abbiamo preso questo gol alla fine. Purtroppo capita».

Nicolato conferma 9 undicesimi della squadra che ha battuto la Bosnia, con un cambio in difesa e uno a centrocampo. Davanti a Turati confermata la coppia di centrali composta da Lovato e Okoli (in gol contro la Bosnia) con Bellanova sempre a destra. Sulla corsia opposta, invece, Udogie prende il posto di Calafiori, che parte dalla panchina. Un infortunio muscolare ha fermato Ricci: a centrocampo c'è Rovella dal 1', con Tonali e Salvatore Esposito confermatissimi a completare la mediana. Non cambia il tridente: al centro c'è ancora Lucca, con Colombo e Vignato ai lati.

Comincia bene l'Italia che dopo le prime fasi di studio si rende pericolosa con Vignato (7') la cui conclusione viene 'neutralizzata' da Brolin di piede. L'Italia pressa e gioca costantemente in attacco con la Svezia che prova a rispondere ma fino al 41’ succede poco o niente. Il vantaggio degli azzurri' arriva con Lorenzo Lucca: Rovella dal vertice sinistro dell'area mette un tiro cross verso il palo opposto. Lucca si inserisce allungando la gamba in estensione e devia quanto basta in rete. Un’altra dimostrazione di come il giocatore del Pisa, malgrado i 201 centimetri, sia coordinato ottimamente e pericoloso in ogni occasione.

Il secondo tempo ricalca il copione della prima frazione anche se gli azzurrini in certe fasi si abbassano troppo incoraggiando la squadra svedese. E sono troppi gli errori dei ragazzi di Nicolato: Rovella (23' st) a tu per tu con il portiere svedese Brolin si fa deviare la conclusione. Sugli sviluppi del calcio d'angolo è Cancellieri a fallire un'altra ghiotta occasione sfiorando il palo. Nel recupero è il neo entrato Piccoli ad avere un'altra occasionissima ma davanti al portiere il suo scavetto non trova la porta. Gol sbagliato gol subito ed ecco che al minuto 47 arriva il pareggio beffa della Svezia: la difesa azzurra viene sorpresa da un colpo di testa che regala palla a Holm, tocco a scavalcare il portiere e Prica, tutto solo, insacca.