Modena, Gerli fiducioso: «Classifica deludente, ma c’è ancora tempo»

«Noi, come i tifosi, ci aspettavamo di avere più punti Vogliamo ripartire già da sabato contro la Viterbese» 

Federico Sabattini

L’obiettivo è cancellare in fretta la pesante sconfitta contro l’Aquila Montevarchi e ripartire subito ottenendo i tre punti nella partita di sabato al Braglia con la Viterbese. A fare il punto della situazione è stato Fabio Gerli, ospite a Sport Qui: “Non ci aspettavamo questa classifica dopo otto giornate di campionato, sicuramente pensavamo di avere più punti e di essere più vicini alle prime posizioni. In ogni caso non la guardo, siamo ancora all’inizio della stagione e mancano altre trenta giornate per risalire la china. Dobbiamo pensare a fare risultato già a partire dal prossimo match e a ripartire il prima possibile. Quest’anno siamo stati definiti da tutti come la corazzata da battere, è normale che la gente si aspettasse di più però allo stesso tempo non bisogna fare paragoni con il passato ma pensare solo al presente”.


Il regista canarino prosegue analizzando così il ko rimediato nell’ultima giornata: “Sapevamo che sarebbe stata una partita brutta e sporca contro una squadra aggressiva e in cui dovevamo sfruttare al massimo le occasioni create. Purtroppo non siamo riusciti a gestire l’iniziale vantaggio, non dovevamo assolutamente perdere e sinceramente non mi aspettavo un risultato del genere. Si tratta di un incidente di percorso e di una parentesi negativa da cancellare al più presto, non ci sono alibi. Da fuori la sensazione può essere che non siamo squadra, non è così anche se serve fare molto di più. Nessuno è contento, noi ci stiamo male e quindi deve esserci a tutti i costi una crescita generale. Credo nei miei compagni e nel lavoro del mister, l’attaccamento alla maglie c’è e sono convinto che miglioreremo. Condizione fisica? La freschezza atletica è importante in Serie C, posso dire che corriamo e che siamo integri, in allenamento vanno tutti forte e l’età non influisce”.

Il presidente Carlo Rivetti si aspetta un’inversione di tendenza: “Dimostra sempre grande attaccamento alla squadra, sta facendo sacrifici per portare il Modena in alto e toccherà a noi fare di più per renderlo felice e orgoglioso”.

Sabato al Braglia è attesa la Viterbese, sarà fondamentale vincere anche in vista delle successive trasferte con Pescara e Olbia: “Dobbiamo pensare ad una gara alla volta, cercando di conquistare sempre i tre punti. Noi daremo il massimo per regalare soddisfazioni ai nostri fantastici tifosi”.