Rally Città di Modena, count down: sono ben 242 gli equipaggi iscritti

Le premesse per una grande sfida motoristica nazionale ci sono tutte: qualità, quantità e un grande impegno da parte di tutte le persone del territorio coinvolte nell’evento. Mancano pochi giorni al week end del 30-31 ottobre, quando prenderà il via da Maranello il 41° Rally Città di Modena, la Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021.

Come era facile prevedere buona parte degli equipaggi e dei team che hanno preso parte alle 44 gare di avvicinamento, suddivise in 9 zone geografiche della Penisola, non hanno voluto mancare. Ormai sono tutti pronti all’ultimo duello che assegnerà il titolo, le varie coppe di classe e i riconoscimenti ai trofei monomarca presenti nel modenese. Il tutto con un generoso montepremi.


Grazie a un grande sforzo dell’Aci Modena e del suo Presidente Vincenzo Credi, della Scuderia Automobilistica San Michele -partner logistico-organizzativo- e di Aci Sport con il Presidente della Commissione Rally Daniele Settimo, è stato possibile accogliere la richiesta d’iscrizione di tutti gli aventi diritto in rappresentanza dell’intera Italia rallystica: 242 equipaggi.

Tra i sicuri protagonisti del 41° Rally Città di Modena troviamo otto dei nove equipaggi che hanno dominato la loro zona. Nell’ordine Ewis Chentre/Fulvio Florean (Zona 1), Andrea Spataro (2), Federico Bottoni/Sofia Peruzzi (3), Filippo Bravi/Enrico Bertoldi (4), Andrea Dalmazzini/Andrea Albertini (Zona 5 di cui fa parte anche l’Emilia Romagna), Federico Gasperetti/Federico Ferrari (6), Carmine Tribuzio/Fabiano Cipriani (7) e Roberto Lombardo/Andrea Spanò (8), tutti i vincitori delle rispettive zone. All’appello manca solamente Maurizio Diomedi (9) bloccato nella sua Sardegna da impegni personali.

Assieme a loro è facile prevedere l’inserimento nella classifica finale di altri piloti che sono andati a podio nella stagione appena conclusa come Bondioni, Caffoni, D’Altò, De Cecco, Di Gesù, Hoelbling, Medici, Pinzano, Pollara, Profeta e Vellani.

Ricordiamo che venerdì 29 ottobre sono previste le ricognizioni per i 242 equipaggi iscritti e le verifiche tecnico-sportive a Maranello. Nella mattinata di sabato 30 si accenderanno i motori per lo shakedown a Levizzano Rangone, 2,9 km per testare le vetture prima del via. Poi la partenza ufficiale alle ore 16.01 dal parco assistenza di Ubersetto, un rapido passaggio sul palco posizionato in piazza Libertà a Maranello e via per la prima prova speciale Barighelli di 10,57 km alle ore 16.50. Si arriverà così ai primi risultati per poi accedere al riordino notturno con le vetture ben allineate con onore davanti al Museo Ferrari. Domenica 31 prende il via parte decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine: Ospitaletto (11,98 km), ancora Barighelli (10,57 km) e San Pellegrinetto (10,44 km). Saranno 328 km di gara di cui 76,5 km cronometrati equivalenti al 23,31% del totale.