Da Re, Lorenzetti, Petrella, Lavia e Pinali: quanta Modena nella Supercoppa di Trento

Il tecnico: «Siamo ovviamente felici, ma visto il livello del campionato sarà difficile arrivare alla final four di Coppa Italia»

La Supercoppa italiana 2021 è di Trento. È l'Itas Trentino a trionfare nella manifestazione ufficiale della nuova stagione che si è giocata nel weekend appena concluso a Civitanova Marche, sollevando al cielo il primo trofeo messo in palio.

Il trionfo di Angelo Lorenzetti che è riuscito a costruire una squadra sostanzialmente perfetta, nonostante il poco tempo a disposizione e una rosa profondamente rinnovata. Nonostante l'arrivo di Giulio Pinali, reduce da un ottimo europeo e la medaglia d'oro conquistata, l'ex allenatore di Modena si è inventato una squadra con tre schiacciatori che gira a meraviglia. Una vittoria con tanta Modena perché, oltre a Lorenzetti, ci sono tantissime vecchie conoscenze gialloblù: innanzitutto Bruno DaRe, da poco diventato presidente di Trento, ma anche il vice di Lorenzetti, Francesco Petrella e gli ex giocatori Giulio Pinali e Daniele Lavia.


Kaziyski ha dimostrato ancora una volta di essere un fuoriclasse assoluto di questo sport, chiudendo la gara con 21 punti (1 ace e 3 muri) ed una superiorità tecnica spaventosa, oltre ad essere il grande leader che Trento conosce bene.

Benissimo anche Micheletto e Lavia, rispettivamente autori di 18 e 16 punti, assolutamente spaventoso invece Lisinac che ha chiuso la sfida con 16 punti frutto anche di 2 ace e 3 muri.

La perfetta distribuzione del gioco di Trento è merito di uno straordinario Sbertoli, impeccabile nelle due giorni marchigiana.

Queste le parole di Lorenzetti a fine gara: «Siamo ovviamente molto felici, ma all'interno di questa coppa non possiamo mettere nient'altro a parte la felicità. È solo la quarta partita che giochiamo insieme. Sappiamo sarà una annata complicata, sarà molto complicato con il valore della Superlega di questa stagione arrivare nella final four di Coppa Italia. La storia fino adesso insegna che Civitanova e Perugia, almeno negli ultimi quattro o cinque anni, oltre alla Supercoppa non lasciamo niente per strada».

Niente da fare per la debuttante di questa Supercoppa, Monza, uscita sconfitta abbastanza nettamente dalla finalissima.

La formazione brianzola, dopo aver battuto Modena nella prima giornata di Superlega, non è riuscita a ripetere la prestazione super che le ha permesso di battereanche Civitanova in semifinale. Il Vero Volley ha però confermato di essere una grande squadra e che darà fastidio a tutte le grandi sino al termine della stagione.