Fantastico Sassuolo, battuta la Juve a Torino

Impresa dei neroverdi in vantaggio con Frattesi, poi ripresi da McKennie: il trionfo lo firma Lopez al 95'

JUVENTUS  1

SASSUOLO 2

JUVENTUS (4-4-2): Perin, Danilo (35' st Kulusevski), Bonucci, De Ligt, De Sciglio (13' pt Alex Sandro), Chiesa, McKennie, Locatelli (35' st Arthur), Rabiot (1' st Cuadrado), Dybala, Morata (18' st Kaio Jorge) (1 Szczesny, 23 Pinsoglio, 3 Chiellini, 8 Ramsey, 17 Pellegrini, 24 Rugani, 30 Bentancur). All. Allegri.


SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli, Muldur (41' st Harroui), Ayhan, Ferrari, Rogerio, Frattesi (27' st Toljan), Lopez, Berardi, Raspadori (17' st Scamacca), Traore (41' st Chiriches), Defrel (27' st Henrique) (24 Satalino, 56 Pegolo, 3 Goldaniga, 4 Magnanelli, 13 Peluso, 29 Samele). All.Dionisi.

ARBITRO: Sacchi di Macerata.

RETI: nel pt 44' Frattesi; nel st 31' McKennie, 50' Lopez.

NOTE: angoli: 4-4. Recupero: 1' e 5'. Ammoniti: Defrel, Berardi, Rogerio, Cuadrado, Traore e Muldur per comportamento non regolamentare. Spettatori: 18.288.

 

TORINO. Impresa del Sassuolo che nella gara della decima giornata di Serie A, ha espugnato l'Allianz Stadium di Torino battendo la Juventus per 2-1. Ironia della sorte, sotto la guida di Allegri la Juve non perdeva in una gara di campionato di mercoledi' dal 2015 e quell'ultima sconfitta arrivo' proprio contro i neroverdi. Per la Juventus, invece, un ko che vanifica i risultati positivi degli ultimi tempi. In un primo tempo molto deludente per la Juve, il portiere neroverde Consigli non e' mai stato impegnato e l'unica conclusione degna di nota per i padroni di casa e' stato un tiro da fuori di Dybala al 37' che ha toccato il palo prima di finire fuori. Molto piu' determinato sotto porta il Sassuolo che gia' al 19' aveva costretto Perin alla deviazione in corner su bella conclusione in diagonale dalla destra di Berardi e, sempre da quella parte di campo, e' arrivato a un minuto dal riposo il vantaggio della squadra di Alessio Dionisi: una bella verticalizzazione di Defrel ha liberato Frattesi che si e' infilato tra Alex Sandro e De Ligt e ha infilato a tu per tu Perin. Nel secondo tempo la Juventus ha dovuto inevitabilmente aumentare il ritmo nel tentativo di trovare il pari ma si e' esposta anche a una conclusione pericolosa di Raspadori che avrebbe potuto portare al raddoppio il Sassuolo. Un minuto piu' tardi, al 13', a portiere battuto Cuadrado si e' visto negare il gol dal salvataggio di Ayhan, mentre al 14' prima Consigli d'istinto su Dybala e poi Chiesa con un colpo di testa alto non son riusciti nuovamente a concretizzare. Non ha invece sbagliato McKennie al 31' della ripresa quando, saltando piu' alto di Ferrari, ha colpito di testa su punizione dalla sinistra di Dybala infilando Consigli. Juve ancora in spinta ma a sorpresa il colpo di grazia non l'hanno inflitto i bianconeri, bensi' il Sassuolo che a Torino non aveva mai vinto e che al quinto minuto di recupero ha trovato la rete con Maxime Lopez che, servito con una grande apertura da Berardi, non ha sbagliato davanti a Perin in uscita.