Modena, Tremolada promette: «Dimostrerò il mio valore»

Il centrocampista sinora ha deluso: «Mi devo riadattare a questa categoria Ho avuto problemi ma non cerco alibi: la qualità verrà fuori e sono tranquillo» 

Federico Sabattini

Ha giocato l’ultima mezz'ora del match vinto 3-0 contro l’Olbia, entrando in campo con il piglio giusto e con tanta voglia di riscattare le ultime prestazioni. Luca Tremolada, ospite su Trc a ‘Barba&Capelli’, ha analizzato il buon momento che sta vivendo il Modena, reduce da tre successi consecutivi ottenuti in otto giorni con Viterbese, Pescara e appunto Olbia: “Sono convinto che gli ultimi successi ci possano dare uno slancio in più per migliorare e scalare la classifica, oltre ad una maggiore consapevolezza nei nostri mezzi. E' una base fondamentale per disputare un grande campionato, non deve esserci la smania di vincere ma la voglia di fare una stagione di vertice. Il girone B è difficile, ci sono tante formazioni forti ma il Modena c’è e sta crescendo giorno dopo giorno”.


Soprattutto a livello personale, il classe ‘91 sa di dover fare molto di più: “Mi devo riadattare ad una categoria come la serie C, ho e abbiamo avuto un inizio complicato faticando anche a causa dei numerosi giocatori nuovi. Il rigore con la Viterbese poteva essere la svolta, ma può capitare di sbagliare. Sono sempre stato uno che si prende le proprie responsabilità e so che devo fare molto di più, sono venuto qui per essere importante e sono sicuro che ci riuscirò. Ho vissuto settimane difficili a causa del problema alla spalla, ma non deve essere un alibi. Credo di aver fatto dei passi in avanti già ad Olbia e la strada è quella giusta. Il nostro lavoro vive sull’equilibrio, è un attimo passare da scarso a fenomeno ed è normale avere alti e bassi. Credo comunque molto in me stesso, non ho paura di mettermi in gioco e sono convinto che le cose andranno sempre per il meglio. Non è vero che non corro, la qualità verrà fuori e sono tranquillo. L'importante è comportarsi sempre da professionista e mettersi a disposizione del gruppo e dell’allenatore dando il massimo in ogni occasione”.

Nelle ultime due trasferte, Tremolada non è partito dal primo minuto: “E’ giusto che il mister faccia le sue scelte e non c’è assolutamente nessun problema. Tutti vogliono giocare per contribuire al progetto, chi sta giocando sta facendo bene compresi i giovani che hanno qualità e che danno ulteriori stimoli per fare ancora meglio. Il Modena è più importante dei singoli giocatori e dovremo fare di tutto per lasciare presto questa categoria”.

Il trequartista è stato l’ultimo colpo del mercato estivo: “In C sarei sceso solo per questi colori, c’è voglia di costruire qualcosa di importante. Tesser è stato fondamentale nella mia scelta, ci stimiamo a vicenda e per me è una persona molto importante, a lui voglio un gran bene e abbiamo un bel rapporto”.