Una fatica del Diavolo per abbattere il Toro Decide Giroud, granata vicini al pareggio

Il Milan senza eccellere allunga in testa alla classifica, la squadra di Juric attacca ma non riesce a sfondare

milano. Un guizzo di Giroud nel primo tempo è sufficiente al Milan per piegare un ostico Torino e riportarsi momentaneamente da solo in vetta alla classifica della Serie A. Nona vittoria su dieci partite per i rossoneri, cosa che non accadeva dagli anni 50’, la quinta di fila. Per Giroud quarto centro in campionato, terzo consecutivo. Un Milan non bello ma capace di sopperire alle assenze e di compattarsi nei momenti difficili. Anche ieri la squadra di Pioli ha confermato una ottima solidità in difesa, di fatto limitando al minimo i pericoli dalle parti di Tatarusanu. Pur sconfitto, il Toro di Juric esce comunque a testa alta da San Siro. Certo i tre ko nelle ultime quattro partite devono far scattare il campanello d’allarme per la classifica, anche perché continuano a mancare i gol e le prestazioni di Belotti.

Ibrahimovic in panchina e Giroud titolare. Questa è la scelta di Pioli per il suo Milan. Alle spalle del francese giocano Saelemaekers, Krunic e Leao. Il tecnico rossonero schiera in difesa Romagnoli al posto di Kjaer e Kalulu a sinistra con Hernandez che, recuperato dal Covid, parte anche lui dalla panchina. Nelle file del Torino, invece, Juric schiera Aina sulla sinistra al posto dell’infortunato Ansaldi. In avanti Linetty e Brekalo alle spalle di Belotti. In tribuna anche il designatore Rocchi.


Buon avvio del Toro che tiene il Milan nella propria metà campo. Alla prima vera occasione, però, la squadra di Pioli passa in vantaggio con un tocco sottomisura di Giroud su calcio d’angolo spizzato da Krunic. Il Toro prova a reagire alzando ancora di più il suo baricentro, ma così rischia di prestare il fianco ai contropiedi di Leao. Il portoghese alla mezzora prova il sinistro dalla distanza bloccato con sicurezza da Milinkovic. I granata insistono, ma di fatto non riescono mai ad impensierire la difesa del Milan se non con una punizione di Brekalo respinta da Tatarusanu con i pugni. Nel finale di tempo sono ancora i padroni di casa a sfiorare il raddoppio, con un colpo di testa di Krunic di poco a lato su punizione di Tonali.

Nella ripresa granata aggressivi e pericolosi con un colpo di testa di Pobega alto, su calcio d’angolo. Il Torino prova a spingere con continuità ma il Milan si difende senza eccessivi affanni. A un quarto d’ora dal termine occasione per i granata con Sanabria, Tatarusanu non si lascia sorprendere. Il Toro sfiora di nuovo il pari con un destro di Praet che scheggia la traversa. Nel recupero ultimo brivido in area rossonera, con Sanabria che non riesce a deviare in rete un colpo di testa di Milinkovic in proiezione offensiva su angolo.